Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Dopo le tante esposizioni internazionali, Serafino Valla in mostra anche a Fivizzano

FIVIZZANO – La mostra personale di Serafino Valla al Museo San Giovanni degli Agostiniani di Fivizzano (Massa-Carrara) si svolge nell’ambito della promozione dell’official event “Pace e Amore Italian Selection for Expo 2021 Dubai- Abu Dhabi”, manifestazione ufficiale dell’Esposizione Universale, il cui commissario di mostra è Giammarco Puntelli, autore della Giorgio Mondadori per due collane editoriali, membro del comitato scientifico del “Catalogo dell’Arte Moderna. Gli artisti italiani dal primo Novecento ad oggi” dell’Editoriale Giorgio Mondadori e già direttore artistico di manifestazioni internazionali tra cui ricordiamo la mostra ufficiale in Expo 2015, in piazza Duomo a Milano, dell’evento di arte contemporanea ufficiale del Giubileo della Misericordia nella Basilica dei Santi Quattro Coronati a Roma.

La personale di Serafino Valla a Fivizzano è stata selezionata nel contesto della promozione di Expo, insieme ad altre città italiane come Roma, Siena, Ventimiglia, Fontanellato-Parma, Imperia, Alassio, Massa e Milano. Serafino Valla, artista storicizzato, è stato selezionato nel contesto dell’Esposizione Universale per il suo pensiero filosofico e poetico con cui, dall’Emilia, ha divulgato una visione universale comune a tutti i popoli che parte dal lavoro dell’uomo in episodi di vita quotidiana e dalla meditazione dell’uomo stesso che lo porta ad osservare il suo spirito e la sua interiorità.

Nasce così un pensiero culturale e spirituale di altissimo valore condiviso dalle realtà di tanti Paesi nel mondo. Nella mostra saranno presenti le opere della Via Crucis del maestro, già esposta in contesti istituzionali nazionali ed internazionali come, recentemente, al Museo Cervi a Gattatico e a Berlino. Della lunga biografia del maestro, ricordiamo gli anni recenti. Nel 2014, l’ultima mostra a Palazzo Bentivoglio di Gualtieri, chiudeva la sua carriera.
Nel 2016 la prima retrospettiva al Palazzo Ducale di Sabbioneta. Gli è reso Omaggio alla IV Mostra Internazionale d’Arte Naif e nella Mostra Antologica al Museo Civico Rocca Flea, a Gualdo Tadino. Nel 2017 sue opere sono state esposte a Budapest, Lucca, Gualdo Tadino e Fratta Polesine. Nel 2018 a Firenze, Anghiari e Vinci, nella direzione artistica GENIUS “Il codice della mente incontra l’Arte” e nella Biennale Lake Como entrambe dirette dal professor Giammarco Puntelli. È stata pubblicata l’intervista della curatrice personale del maestro, la figlia Giuseppina Valla, nel volume Profili d’Artista, dell’Editoriale Giorgio Mondadori. Sempre nel 2018 ricordiamo il progetto espositivo “La semina come atto poetico” al Museo Cervi, Gattatico, in collaborazione con la Fondazione Un Paese, Museo
Nazionale delle Arti Naives Cesare Zavattini di Luzzara, la Mostra PACE e AMORE alla Grande Moschea di Roma, patrocinata dal Ministero Beni e Attività Culturali, dalla Regione Lazio e da una serie di Ambasciate ed Istituti Internazionali, con la direzione artistica di Giammarco Puntelli.

Nel 2019 sue opere in mostra al Palazzo Ducale di Sabbioneta nel progetto espositivo Infinity Academy. Le mostre ad Assisi, Berlino e Tirana, con le mostre personali a Collecchio e Berlino nella direzione artistica internazionale de La Solitudine dell’ANGELO, dirette dal professor Giammarco Puntelli. La mostra personale a Palazzo Ducale di Massa, nell’ambito della Biennale d’arte contemporanea di Massa e Montignoso, a cura di Annalisa Puntelli Sacchetti, e nella collettiva a Villa Badoer, nell’ambito della terza edizione della Biennale d’Arte Contemporanea in Veneto, entrambe con la direzione artistica del professor Giammarco Puntelli. Si è onorato il maestro, il 6 ottobre, nel centenario della sua nascita, al Teatro Sociale “D.Donati” di Luzzara, con la proiezione in Prima Nazionale Film Artistico- Biografico “PECORE IN TRANSITO – Meditazione tra inconscio e presente”. A Villa De-Moll di Reggiolo, dove ha vissuto gli è stato reso omaggio con la mostra “Una vita per l’arte”. Nel 2020 sue opere sono state in collettiva a Milano, nell’ambito della pubblicazione del terzo volume di Profili d’Artista e a Gubbio nel progetto Infinity Academy. Il maestro è l’unico artista storicizzato selezionato in Pace e Amore Italian Selection for Expo 2021 Dubai-Abu Dhabi, e gli è stata dedicata la prima mostra personale italiana nella splendida location dei Giardini Botanici di Villa Hanbury a Ventimiglia, a cura di Giammarco Puntelli, Commissario delle mostre all’Esposizione Universale. Valla è inserito nel Catalogo dell’Arte Moderna n°52, 53, 54, 55, 56 e sue opere sono recensite nei volumi Le Scelte di Puntelli, tutto edito dalla Giorgio Mondadori.

La mostra che è stata inaugurata domenica 20 giugno alle ore 18, sarà visitabile fino al 16 luglio nei seguenti orari: da lunedì a sabato dalle 9 alle 12. Ricordiamo che Pace e Amore ha avuto il patrocinio e la collaborazione con: Ministero Beni e Attività Culturali, Ambasciata Italiana del Regno del Marocco, Emirati Arabi Uniti, Centro Culturale Turco Yunus Emre, Centro Culturale Islamico d’Italia, Conferenza Episcopale Italiana.