Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Musica in dialetto per celebrare il solstizio d’estate: la festa del 21 giugno in piazza della Conca

Più informazioni su

MASSA – Lunedi 21 giugno, anche a Massa verrà celebrato con la musica il solstizio d’estate 2021. La data è stata scelta quale giornata internazionale della musica, giunta quest’anno alla 27° edizione. Nata in Francia, a Parigi, nel 1982, la festa iniziò a diffondersi in Italia dal 1994 ma è solo dal 2016 che, sotto l’egida del Ministero della Cultura, ha assunto carattere nazionale.

La festa si terrà in piazza della Conca, piazza dove, per caso o per felice predestinazione, nacquero o vi abitarono musici e musicanti che fecero dell’arte dei suoni ragione di vita. Così è stato per Simone Martelli, Francesco Guerra, Marc’Antonio Guglielmi, Don Domenico Guglielmi, Pietro Alessandro Guglielmi, Fermo Dante Marchetti, Luigi Gavarini, Davide Sacchetti e Tina Raffo. Un targa in loro memoria, su iniziativa di Franco Frediani, fu apposta alla Conca il 16 giugno del 2017.

A quattro anni di distanza da quel 2017, lo stesso Frediani ha ideato e organizzato una serata musicale dedicata ad alcuni degli artisti “Conchesi”. Potremo così ascoltare l’aria da “Le vicende d’amore” di P.A. Guglielmi, eseguita alla tastiera dal Maestro Paolo Biancalana e cantata dal soprano Maria Simona Cianchi; “Inno a Massa” di Gavarini, eseguito alla tastiera dal Maestro Paolo Biancalana e cantato da Francesca Gianardi; “Massa sei primavera” e “Massesina” di Sacchetti, lette e suonate da Ferdinando Martinucci della Scuola di musica Do.Re.Mi e infine, quale omaggio a Marchetti, una versione inedita di “Fascination”, per la prima volta arrangiata e con le parole in dialetto massese di Piero Giusti, cantata da Irene Jones Baruffetti.

Al ritmo del valzer, accompagnati dal maestro David Marras e al violino dal maestro Adele Casotti, si esibiranno i ballerini Marco Casali, Giannarelli Carla, Pennacchi Livio e Giannarelli Piera. A presentare la serata Fabio Cristiani. Lo spettacolo è gratuito ad accesso libero, limitatamente a 50 posti a sedere, nel rispetto delle norme anti-Covid.

Più informazioni su