Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Carrara, alla Scuola di musica un altro anno senza saggio. E l’iniziativa va online foto

I video degli allievi vengono pubblicati sui social: in tantissimi hanno contattato la scuola per le prossime iscrizioni

CARRARA – Per il secondo anno di fila, l’emergenza Covid ha imposto una serie di limitazioni alle attività consentite nello spazio di via Pietro Tacca numero 6 dove ha sede la Scuola comunale di musica di Carrara: molte lezioni individuali e poche di musica d’insieme, e, soprattutto, nessun saggio finale a sancire il termine dell’anno scolastico.

I maestri e le maestre della scuola, però, non si sono arresi alle limitazioni, e attraverso i social hanno voluto, anche quest’anno, omaggiare i suoni delle voci e degli strumenti che ogni giorno animano la scuola di Carrara. Sulla pagina Facebook dell’istituto è infatti iniziato di recente un vero e proprio calendario di pubblicazioni che continuerà per tutta l’estate, fino al periodo delle iscrizioni al nuovo anno scolastico. Muniti di microfono e di fronte ad una videocamera, aspiranti cantanti e musicisti danno prova dei loro talenti, divertendosi ed emozionandosi, cimentandosi in pezzi di cantautorato italiano o di musica internazionale. Un’attività che sulla pagina della scuola sta ottenendo un ottimo riscontro di pubblico.
“Ringrazio gli studenti che con tenacia e positività hanno reagito in nome della musica – commenta soddisfatta l’assessore alla Cultura, Federica Forti – e mi complimento anche coi professori che con altrettanta passione trasmettono il loro sapere”.

In tantissimi hanno contattato la scuola a seguito della pubblicazione dei primi video. Persone interessate ad iscriversi e ad avere informazioni dettagliate sulle fasce d’età ammesse o sui corsi in programma. In proposito, la scuola ricorda che le iscrizioni riapriranno a settembre e che come si terranno lezioni per grandi e anche per piccini.

I corsi attualmente disponibili sono i seguenti: pianoforte, a cura di Massimiliano Piccioli, Giuseppe Bruno e Benedetta Iardella; chitarra, a cura di da Massimo Montaldi; tromba, a cura di Riccardo Figaia; violino, a cura di Eleonora Turtur; propedeutica e canto, a cura di Marina Cattaneo; pianoforte d’accompagnamento a canto, a cura di Laura Panizzi, teoria e Solfeggio, a cura di Francesco Barli; percussioni e teoria e solfeggio a cura di Andrea Maria De Chiara; canto moderno a cura di Marco Iardella e sassofono a cura di Francesca Corsi.