Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Carrara Si-Cura, in piazza Alberica apre la filiale carrarese della Dickens Fellowship

Più informazioni su

CARRARA – Prosegue la girandola di aperture in centro città innescata dal progetto Carrara Si-Cura. Venerdì 14 maggio, alle ore 17, sarà inaugurato nei locali di piazza Alberica il centro di studio e ricerca della filiale carrarese della Dickens Fellowship, associazione internazionale che celebra la vita e le opere del romanziere Charles Dickens. In concomitanza con l’apertura si terrà la premiazione del concorso di traduzione Dylan Thomas che ha visto la partecipazione di molti giovani e in particolare di diversi studenti carraresi.

«Questa apertura coglie appieno lo spirito del bando Carrara Si-Cura che è quello di migliorare la sicurezza delle città attraverso il ripopolamento dei quartieri con attività che rappresentino le tipicità del territorio, anche e soprattutto attraverso il coinvolgimento dei giovani – ha commentato il sindaco Francesco De Pasquale -. Da insegnante mi fa particolarmente piacere che l’inaugurazione della nuova sede della  Dickens Fellowship coincida con la premiazione di un concorso che ha avuto tra i suoi protagonisti anche gli studenti carraresi. Solo con il coinvolgimento dei più giovani infatti riusciremo a rivitalizzare il nostro bellissimo centro storico».

«La Dickens Fellowship carrarese raccoglie ormai più di 100 soci e questo spazio ci permetterà di organizzare iniziative di interesse per attualizzare figure che hanno attraversato la città di Carrara, come Cesare Vico Lodovici – spiega Marzia Dati, fondatrice e presidentessa della Dickens Fellowship di Carrara -. Oltre a festeggiare l’apertura, venerdì, si terrà la premiazione del concorso di traduzione Dylan Thomas che ha registrato la partecipazione di moltissimi giovani, alcuni dei quali iscritti alle scuole di Carrara. Questa per noi è un’enorme soddisfazione, che rientra pienamente tra gli obiettivi del bando Carrara Si-Cura. Nella nostra sede inoltre realizzeremo, come richiesto dal bando, materiale testuale per approfondire la vita e le opere di figure di spicco della letterature che hanno attraversato la città di Carrara. Un esempio? La pubblicazione di “Un viaggio sentimentale a Carrara”, che ci porta alla scoperta dei luoghi anglo-americani che hanno segnato la storia della città».

Più informazioni su