LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Scuola e natura, il Parco Apuane eroga contributi per promuovere l’educazione ambientale

MASSA-CARRARA – Il Parco delle Alpi Apuane ha approvato l’offerta didattica ed educativa per l’anno scolastico 2020-2021, che contiene contributi a favore di scuole di ogni ordine e grado (da selezionare attraverso bando pubblico), per proposte di divulgazione naturalistica e di educazione ambientale. Le proposte devono confrontarsi con l’emergenza da Covid-19 e dunque essere flessibili alle modalità possibili di svolgimento di attività di conoscenza e comprensione del patrimonio naturalistico delle Alpi Apuane e delle sue infinite declinazioni.

“I migliori frutti sono della terra che cresce lentamente” è il titolo dell’Offerta didattica di quest’anno, in linea con la decisione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite che, su sollecitazione della Fao, ha proclamato il 2021 “Anno internazionale della Frutta e della Verdura”.

L’Offerta si articola in due tipologie di intervento: “Le Apuane a Scuola” e “Aula natura Apuane”. La prima consente alle scuole di poter ottenere contributi per interventi delle “Guide del Parco” iscritte nell’elenco annuale, sotto forma di lezione, intervento esperenziale e/o attività di laboratorio, quale parte integrante di attività inserite all’interno dei programmi scolastici o per progetti speciali svolti dalle classi. La seconda, invece, intende replicare il modello “Aula Natura” del Wwf Italia, con gli stessi obiettivi generali e alcuni obiettivi specifici integrativi da riferire al patrimonio naturalistico delle Alpi Apuane o alla sua gestione. L’iniziativa ha lo scopo di realizzare, nei cortili e nei giardini delle scuole, uno spazio attrezzato in cui svolgere attività didattiche e di relazione a contatto con l’ambiente. L’intento è quello di creare un piccolo laboratorio all’aperto, che può essere caratterizzato da orti didattici, giardini fioriti, specchi d’acqua, piante aromatiche, arbusti, cassette nido, mangiatoie per insetti ed uccelli, ecc., dove gli alunni osservano, conoscono e imparano a prendersi cura della Natura.

Il completamento dell’offerta 2019-2020, infine, è una misura speciale per consentire di chiudere i progetti interrotti lo scorso anno a causa dall’esordio della pandemia, proprio nella fase cruciale di attuazione dei percorsi e dei concorsi previsti. I particolare, è stata concessa una proroga al 30 novembre 2021 per il completamento dei progetti con la possibilità anche di rimodularli.

Le domande di partecipazione all’Offerta 2020-2021 dovranno arrivare al Parco entro le ore 12 di martedì 15 dicembre 2020.