LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

“Il teatro a casa”, grande successo per la rassegna del Comune di Massa con Fts

MASSA – Era stata presentata proprio poco prima che la situazione dei contagi iniziasse a peggiorare la nuova stagione del Teatro dei Servi di Massa. Il lavoro di Fondazione Toscana Spettacoli, insieme all’amministrazione, aveva riposto grandi aspettative sui tanti spettacoli previsti in calendario, con iniziative per grandi e piccini.

Il nuvo Dpcm ha bloccato il mondo della cultura, ma non di certo la voglia di portare nelle case dei massesi il teatro che Fts e il Comune hanno. Infatti, grazie alla tecnologia, centinaia di spettatori si sono collegati dalle proprie abitazioni per seguire, domenica 15, lo spettacolo Ozz della compagnia KanterStrasse.

«Sono stati molti – spiega l’assessore alla cultura del Comune di Massa, Nadia Marnica – gli attestati di soddisfazione e gradimento dopo questa prima rappresentazione, sia per la qualità dello spettacolo che per l’innovativa offerta culturale».

«I riscontri positivi che giungono dopo questo primo appuntamento della rassegna – aggiunge il direttore della FTS, Patrizia Coletta – confermano l’attesa e l’apprezzamento per la nostra proposta culturale.»

La rassegna Il teatro a casa – Restiamo in contatto prosegue sabato 21 novembre alle 21 (live streaming) con I dialoghi degli Dei in dad, a cura de I Sacchi di sabbia.

Scritti da Luciano di Samosata nel II secolo dopo Cristo, questi Dialoghi si presentano come una raccolta di gossip su vizi e trasgressioni degli abitanti dell’Olimpo: gli scontri “familiari” tra Zeus e Era, le continue lagnanze per le malefatte di Eros, i pettegolezzi tra Dioniso, Ermes ed Apollo. In questa nuova edizione – interamente digitale – gli Dei olimpici approdano sulla piattaforma Zoom per divenire oggetto delle spietate interrogazioni con cui un’austera insegnante tormenta due suoi allievi. In questa versione gli studenti non sono seduti sui banchi di scuola, ma sono a casa loro, alle prese con la didattica a distanza: e qui, come accadeva in teatro, verranno interrogati su tresche e malefatte degli immortali, sperimentando sulla propria pelle le ingiustizie della scuola, preludio alle future ingiustizie della vita.

Sabato 28 novembre alle 21 (live streaming), a cura di Sotterraneo, va in scena Desktop tales. Un formato video in streaming per un numero di spettatori prestabilito, tutti connessi in diretta. La videocamera non inquadra una persona, ma la superficie circoscritta di un tavolo dove compaiono-scompaiono solo le mani dei performer e elementi 2D fatti di stampe e ritagli: personaggi, oggetti, luoghi, scritte. Attraverso questi strumenti basilari, ma dotati di forte carica suggestiva, viene a costruirsi una mappa di aneddoti storici che entrano in relazione gli uni con altri, scatenando associazioni e slittamenti di senso alla ricerca di quella suggestione che Walter Benjamin definiva costellazione svelata.

Domenica 29 novembre, alle 18 (live streaming), La noce a tre canti presenta i Racconti dal divano. Affascinanti storie che sapranno catturare l’attenzione dei più piccoli, da seguire in casa con tutta la famiglia.

Il ciclo di spettacoli si chiude con un doppio appuntamento venerdì 4 dicembre alle 21, che potrà essere seguito sul canale Youtube del Comune di Massa e sull’emittente televisiva Antenna 3.

L’Associazione Mondi Possibili presenta “Convergenze – Quel bacio”.  Il cortometraggio, ispirato al dipinto Il bacio di Gustav Klimt ed ambientato nel Lungofrigido di Massa, è parte di un progetto di valorizzazione del territorio che mette in relazione l’arte figurativa e gli scorci più significativi del paesaggio locale.

A seguire, a cura di Gamp, il concerto di Benedetta Iardella ambientato nella splendida cornice di Villa della Rinchiostra. La pianista classe 1995 eseguirà la Sonata Op. 2 No. 3 (Allegro con brio, Adagio, Scherzo, Allegro, Allegro Assai) di Ludwig Van Beethoven nel 250° anniversario dalla nascita del compositore, nato a Bonn il 16 dicembre del 1770.

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti. La prenotazione, fino ad esaurimento dei posti disponibili, è obbligatoria all’indirizzo teatrodeiservi@comune.massa.ms.it