LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Al via l’Università del tempo libero, Persiani: «Programma ambizioso di grande qualità»

I corsi partiranno il 19 ottobre nel rispetto delle norme anti-Covid. La responsabile delle attività educative dell'associazione organizzatrice Cristiana Barandoni: «Massa ha sete di cultura. Toccheremo tanti ambiti»

MASSA – Ancora pochi giorni prima dell’avvio dei corsi di studio dell'”Università del Tempo Libero”, che partiranno ufficialmente il prossimo lunedì 19 ottobre a Villa Rinchiostra. Il progetto, studiato e organizzato dal Gruppo archeologico apuo-versiliese insieme al Comune di Massa, è stato presentato questa mattina dalla responsabile delle attività educative dell’associazione, prof.ssa Cristiana Barandoni. Presenti al suo fianco il sindaco di Massa Francesco Persiani e l’assessore all’istruzione con delega alla cultura Nadia Marnica.

“Ringrazio innanzitutto l’amministrazione di Massa, con cui abbiamo svolto un grande lavoro di gruppo – ha dichiarato la professoressa Barandoni – Abbiamo a disposizione uno spazio importante nel “salone delle feste” a Villa Rinchiostra, dove potremo rispettare tutte le norme anti-Covid ed ospitare in sicurezza 35 persone. Teniamo molto a questo progetto, infatti, in caso di ulteriori restrizioni per l’emergenza epidemiologica, abbiamo già stabilito che lezioni verranno trasformate in versione virtuale”.

Tanti i temi e gli ambiti su cui si concentreranno i corsi, dalla cucina ai beni culturali, dalla storia dell’arte al patrimonio bibliotecario e archivistico. “Massa ha tanta sete di cultura, soprattutto da parte di un pubblico adulto – ha fatto notare Barandoni – Per questo abbiamo voluto proporre un’offerta molto varia, cercando di collocare i diversi eventi nelle giornate internazionali dedicate a particolari temi. Ad esempio, l’11 dicembre, nella giornata internazionale della Montagna discuteremo del Parco delle Apuane. Sono previste passeggiate sul territorio e visite culturali – ha aggiunto poi la professoressa – tra cui, per citarne alcune, quelle al Museo Diocesano, alla Filanda di Forno e alle colonie Motta e Torino. A gennaio infine avvieremo una sorta di sub progetto dal titolo “Per non dimenticare” sulla resistenza apuana, la strage di Forno, quella del Frigido e sull’eccidio di Bergiola Foscalina”.

Ad affiancare il progetto in alcuni eventi esterni ci sarà il Touring Club Massa-Carrara, con il Console provinciale Walter Sandri che, in qualità di “responsabile Covid” dell’iniziativa, ha dovuto curare tutti gli aspetti relativi al rispetto della normativa. Purtroppo ho dovuto limitare il numero degli iscritti – ha spiegato Sandri – e dare un vademecum di comportamento estremamente stretto, perché purtroppo non possiamo correre rischi”.

Soddisfatto il sindaco Francesco Persiani, che ha commentato: “Apprezzo moltissimo questa iniziativa. E’ stato studiato un programma molto ambizioso che vuole toccare temi importanti del territorio, della storia e del patrimonio artistico del nostro territorio. C’è una grande varietà di proposte che vanno incontro a tanti interessi. Chiamarla “Università tempo libero” potrebbe essere persino riduttivo: non è solo tempo libero, ma è qualità e approfondimento di temi storici e culturali a tutti i livelli. L’approccio nell’organizzazione è stato giustamente molto prudenziale a causa del Covid. Non sarà l’annata dei grandi numeri – ha concluso il primo cittadino – ma possiamo mantenere comunque una grande qualità”.