LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Con-Vivere, il programma di sabato: protagonisti Maurizio Bettini, Benedetta Tobagi, Rocco Tanica e tanti altri

Terza giornata di Festival. Conferenze, visita guidata e letture per i bambini. Installato un punto info per le prenotazioni last minute

Più informazioni su

CARRARA – La prima conferenza in programma oggi, sabato 12 settembre, è quella di Maurizio Bettini che affronterà il tema dello ius humanum nella cultura antica, in rapporto alla moderna nozione dei diritti umani. La sua conferenza “Homo sum, i diritti umani fra modernità e antichità” è alle ore 17,00 presso il Sagrato Chiesa del Suffragio.

Alle 18,00 a Palazzo Binelli l’economista Elena Granaglia affronterà la questione delle disuguaglianze da una prospettiva più generale, ma anche alla luce di come la pandemia ha modificato lo scenario sociale con la conferenza dal titolo “Contrastare le disuguaglianze. Un compito che la pandemia ha reso ancora più urgente”.

Anche alla luce degli ultimi sviluppi sulle stragi italiane, c’è attesa per l’intervento al Festival di Benedetta Tobagi che parlerà di “Diritto alla conoscenza” alle ore 19,00  presso il Sagrato Chiesa del Suffragio.

La Tobagi, figlia di Walter giornalista del Corriere della Sera assassinato nel maggio del 1980 da un gruppo terroristico di estrema sinistra, approfondisce un tema annoso, tornato alla ribalta: il confine stretto tra il rispetto delle norme a tutela del segreto di Stato e la ricerca della verità. “E’ un tema di cui mi occupo da tempo – spiega Tobagi –  il right to know identificato, sin dal 1997, nel corpus di principi a cui gli Stati dovrebbero attenersi per evitare violazioni dei diritti umani, da cui è disceso il dovere per gli Stati a conservare gli archivi. Intendo affrontarlo – spiega la giornalista – insieme all’evoluzione delle norme sul segreto di stato e le varie forme di classificazione dei documenti, sia in relazione alle vicende violente e criminali della storia passata (stragi e non solo), ma anche nelle sue applicazioni legate all’attualità (come lo scontro perché il governo rendesse pubblici i verbali del comitato tecnico in relazione all’emergenza Covid), cercando di fare il punto sulla situazione italiana, i risultati ottenuti e i problemi ancora aperti: quali sono, in concreto, gli ostacoli più significativi all’attuazione del diritto alla conoscenza? e come si sviluppa la dialettica tra questo e il “diritto all’oblio”?”.

Alle 20,00 (Cortile Scuola Figlie di Gesù), invece,  Il sociologo Stefano Allievi con “Il diritto alla mobilità. Per uscire dalla spirale del sottosviluppo”, parlerà del tema delle migrazioni in una prospettiva più ampia: il diritto alla mobilità, che oltre all’immigrazione include anche l’emigrazione e le conseguenze dei due fenomeni, nel contesto più ampio dello sviluppo, e del mancato sviluppo, dell’Italia.

Alle ore 20,00 presso il giardino di Palazzo Binelli, Giampiero Griffo (coordinatore del Comitato tecnico-scientifico dell’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità) interverrà su “Il futuro. Un nuovo welfare e il rispetto dei diritti delle persone con disabilità”, conferenza organizzata in collaborazione con la Consulta provinciale disabilità.

Alle 21,30 appuntamento con Rocco Tanica su “Rovesci d’autore”, (Sagrato Chiesa Suffragio), un incontro che alternerà musica e parole per ripercorrere storie di plagi famosi nella musica pop italiana.

Alla stessa ora al giardino di Palazzo Binelli la consulente scientifica del Festival Chiara Saraceno dialogherà con Franco Lorenzoni (maestro elementare e fondatore della Casa-laboratorio di Cenci, un centro di sperimentazione educativa) su “I doveri degli adulti e della scuola per garantire i diritti dell’infanzia.”

Dall’importanza della prevenzione sanitaria al rispetto dell’ambiente, l’attenzione è focalizzata sul diritto a vivere meglio e in modo consapevole. Ambiente salubre e benessere diventano l’obiettivo da raggiungere, come diritto alla qualità della vita: su questi tema si concentrerà l’incontro “ll diritto ad un futuro sostenibile”, che prevede gli interventi, tra gli altri di Luca Cimino e Giovanni Bagnoni. L’evento è in programma alle ore 18.00 presso il Cortile Scuola Figlie di Gesù.

Alle 21,00 Accademia di Belle Arti è in programma la visita guidata dal titolo ” Il diritto all’arte e alla bellezza Visitare un museo al tempo del Covid”, a cura di Corrado Lattanzi, Associazione Amici dell’Accademia. Una visita tra le stanze dell’Accademia di Carrara, di arte, architettura e didattica per far conoscere quanta importanza abbia l’Accademia di Belle Arti, fin dalla sua fondazione, nel garantire il diritto all’arte e alla bellezza come patrimonio collettivo da valorizzare e da sostenere.

Ore 11 Cortile Scuola Figlie di Gesù Lettura per bambini
Il primo dei due appuntamenti dedicati ai bambini. Come quello di domenica, sarà dedicato alla lettura, in linea con la nomina di “città che legge” ottenuta da Carrara. Si svolgeranno al mattino, per garantire maggior tranquillità nella gestione di tutti gli eventi in programma. L’incontro è previsto alle ore 11.00 presso il Cortile Scuola Figlie di Gesù, “Tutti diritti ad ascoltare le storie!”: letture per bambini da 0 a 8 anni a cura dei Lettori volontari della Biblioteca Civica “C. V. Ludovici”. Un momento di lettura per stimolare conoscenza e riflessione attorno ai diritti dei bambini, elencati nella Convenzione dei diritti dell’infanzia del 1989. Che sono tantissimi, senza distinzione di razza, colore, sesso, lingua, religione, opinione pubblica. I bambini hanno il diritto di stare assieme agli altri, il diritto al tempo libero e a dedicarsi alle attività che più gli piacciono.

Prenotazione. Molti eventi sold out, ancora posti per altri. Tutto sul sito del Festival
Molti eventi del programma sono sold out, per altri è possibile ancora prenotarsi dal sito del Festival: www.con-vivere.it. Per qualsiasi info o necessità è comunque possibile contattare la segreteria del Festival  nei seguenti giorni e orari: dal lunedì al venerdì, tutte le mattine dalle 9.30 alle 12.30 ed i pomeriggi dalle 14.30 alle 16.30; il numero da contattare è lo 0585 55249 oppure allo 334 1182963. Per le prenotazioni dell’ultimo minuto è stato istallato un punto info in Piazza Gramsci.

Lo streaming
Sarà inoltre possibile seguire molti degli appuntamenti in diretta streaming. La diretta on line è possibile dal sito del Festival: www.con-vivere.it. Per chi, invece, si trova in città alcuni bar e ristoranti del centro che hanno attivato il servizio diretta Festival: offriranno wi fi gratuito o effettueranno la proiezione in streaming di alcuni eventi del programma.

Più informazioni su