LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

"Canova, il viaggio a Carrara" ai giovedì del Carmi

Appuntamento in programma il 12 dicembre con la presentazione del catalogo della mostra

“I Giovedì del CARMI. Incontri d’arte” proseguono il 12 dicembre con questo importante appuntamento nel corso del quale verrà presentato al pubblico il catalogo della mostra “Canova. Il viaggio a Carrara”, allestita fino al prossimo 10 giugno al Carmi Museo Carrara e Michelangelo a Villa Fabbricotti, ideata e prodotta da Cose Belle d’Italia Media Entertainment con il Museo CARMI, a cura di Mario Guderzo.

L’incontro avrà inizio alle ore 16.00 e si terrà presso l’infopoint del Carmi. Interverranno Marco Ciampolini Direttore del Museo Carmi, Luca Mazzieri Direttore artistico di Magister (Brand di Cose Belle d’Italia) e Federica Forti Assessore alla Cultura del Comune di Carrara. Al termine dell’incontro è prevista la visita guidata alla mostra che indaga il rapporto tra Antonio Canova e Carrara, la capitale internazionale del marmo, mettendo in dialogo cinque preziosi gessi originali e documenti conservati presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara, con uno spettacolare percorso multimediale dedicato all’esplorazione dell’intera vicenda canoviana, narrata al pubblico dalla voce di Adriano Giannini con le musiche del violoncellista Giovanni Sollima.

Ad arricchire il percorso, all’interno del ricco universo creativo dell’artista, un corpo di lettere dell’Archivio di Stato di Massa e un contratto, finora sconosciuto, del 1783 tra il conte Del Medico Staffetti e Canova (Collezione Andrea Sarteschi, Sarzana) per l’acquisto dei blocchi di marmo necessari per la realizzazione del “Monumento funebre di Clemente XIV”. Di sala in sala diversi linguaggi si incontrano in una narrazione unica che conduce il pubblico in un sorprendente viaggio nella mente di Canova, testimoniato ora con la scultura, ora con documenti e coinvolgenti narrazione filmiche, offrendo un’esperienza culturale di grande rigore scientifico.

L’esperienza del percorso espositivo di “Canova. Il viaggio a Carrara” documenta il suo percorso nero su bianco con un nuovo modo di concepire il catalogo, che è ora disponibile, in vendita all’interno del bookshop del Museo CARMI. Il catalogo della mostra è un’opera originale sia nel formato che nell’esposizione dei contenuti. L’obiettivo è stato quello di proiettare su carta l’esperienza espositiva che il visitatore ha potuto vivere percorrendo le sei stanze. Voltando ogni pagina si ravvivano le emozioni e gli stimoli corrispondenti a una parte dell’esperienza offerta da questo itinerario unico tra arte e tecnologia. I concetti e le opere artistiche che compongono l’originalità dell’esperienza espositiva vengono riproposti attraverso i testi originali del percorso. I testi sono stati riportati nel catalogo con lo stesso stile drammaturgico per rispettare i ritmi della narrazione che accompagna il visitatore in mostra, a volte incalzante altre volte riflessiva. Un catalogo che, come in mostra, conserva il bilinguismo, per dare la possibilità di godere della lettura di questa drammaturgia sia in lingua italiana sia in lingua inglese. Nella sua nuova forma scritta la narrazione di Magister continua a emozionare e a svolgere la sua funzione divulgativa.

La supervisione dei contenuti è del curatore Mario Guderzo, i testi a cura di Marco Ciampolini e Giuliano Pisani con il contributo scientifico di Giuseppe Pavanello. Nel catalogo di Canova. Il Viaggio a Carrara, grafica, fotografia e testo si fondono nero su bianco, esaltando luci e ombre dell’opera canoviana, per dar vita a un catalogo che è esso stesso una opera d’arte che richiama il modus operandi e la peculiarità del format Magister: ovvero, unire la divulgazione scientifica di grandi maestri del passato con l’esperienza e la sensibilità di artisti contemporanei, come il fotografo Luigi Bussolati, che attraverso le lenti del suo obbiettivo ha catturato, in situ, anima e forma delle sei stanze del percorso. Questo catalogo è uno scrigno che custodisce le esperienze e le visioni dei protagonisti e realizzatori del format Magister, come il CEO Renato Saporito, la direzione artistica e creativa di Luca Mazzieri e di Alessandra Costantini. Un catalogo da collezione, per amanti dell’arte e per ammiratori del maestro della scultura neoclassica. Un catalogo innovativo, anche nel suo formato, ridotto rispetto allo standard per facilitarne il trasporto e la fruizione. Il catalogo di Canova. Il Viaggio a Carrara è la traccia cartacea delle attività storico-scientifiche, progettuali-allestitive e filmiche dell’intero progetto e lavoro di Magister e del suo team creativo, che ha amato e curato questa mostra tra opere e multimedialità in ogni suo dettaglio.

“Questa mostra, spiega l’Assessore Federica Forti, è un dialogo inedito tra due linguaggi: quello materiale della scultura e quello smaterializzato del video. Poche opere, tutte originali, quelle esposte, solitamente custodite nella Gipsoteca dell’Accademia di Belle Arti, opere che si rivelano al pubblico nel loro splendore, attraverso gli allestimenti sapientemente pensati da Magister. Un rimando continuo di visioni simultanee che collocano visivamente l’opera nella sua dimensione sacra e atemporale, ma al tempo stesso approfondiscono visivamente molti particolari o punti di vista che sfuggirebbero alla sola visione della scultura. Anche le lettere e i contratti originali sono fonti per ricostruire una storia che intreccia Antonio Canova e Carrara attraverso la Famiglia Del Medico”.

“Sono stato felice di inaugurare la mia direzione del Museo Carmi, è il commento del Direttore Marco Ciampolini, con una mostra concepita con il criterio innovativo di esposizione integrata, che associa gli originali presentati, i gessi di Canova, a un percorso multimediale, che ne permette l’osservazione con l’occhio rivelatore della tecnologia a servizio dell’arte. Da storico d’arte sono fiero di aver contribuito all’evoluzione del progetto ideato da Cose Belle d’Italia Media Entertainment, che dopo il percorso immersivo realizzato per il MANN di Napoli in occasione della mostra Canova e l’Antico, ha firmato questo nuovo progetto espressamente studiato attorno alle opere e i documenti custoditi dall’Accademia di Belle Arti di Carrara”.

“Canova. Il viaggio a Carrara”, conclude il Direttore artistico Luca Mazzieri, è una mostra inedita ideata e prodotta da Magister, Brand di Cose Belle d’Italia, dopo le due fortunate edizioni di Venezia e Napoli dedicate allo scultore di Possagno, dove il multimediale si confronta con le opere in gesso. E’ un’indagine sull’arte di Canova, sia sul legame con la nobile materia del marmo e sul rapporto con la città stessa di Carrara, attraverso la sua celebre Accademia di Belle Arti. Si tratta di una mostra inedita non tanto per le installazioni multimediali, ma perché le stesse celebrano cinque storiche opere in gesso del maestro di Possagno, conservate in Accademia e messe in dialogo con la narrazione contemporanea. Sono stati riuniti anche una serie di documenti storici, lettere e carteggi che dichiarano sia l’attività dei laboratori che le declinazioni di alcuni scultori canoviani nell’Accademia stessa.