LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Boom di visitatori nei musei di Carrara: oltre 15mila nel 2018

L'assessore Forti: «Numeri davvero importanti anche perché rappresentano il primo indice di riscontro positivo da parte del pubblico»

Più informazioni su

Il 2018 è stato un anno di grande successo per i musei del Comune di Carrara che sono stati visitati, complessivamente, da 15.232 persone. Il dato è aggiornato al 27 dicembre. Al Museo del Marmo il numero dei visitatori ha raggiunto la cifra record di 5488 persone, la più alta degli ultimi due anni: di questi quasi la metà, e più precisamente 2520, sono stati cittadini stranieri, anche in questo caso il numero più alto dal 2016.

Il Centro Arti Plastiche è stato visitato da 4381 persone, di cui 337 straniere facendo registrare anche in questo caso l’affluenza record degli ultimi due anni. Nel corso di questi 11 mesi il Cap ha ospitato, da gennaio ad aprile, la mostra dedicata alla collezione dei gessi Lazzerini abbinata, da marzo, a LikeMarbleLike, per un totale di 1368 accessi. Giugno è stato il mese della mostra dedicata a Camoni, che ha registrato 189 vistatori. Da Luglio a fine novembre le “Alpi Apuane” fotografate da Primož Bizjak hanno richiamato ben 1817 persone.

Eccellenti anche i “numeri” del Carmi, il Museo Carrara e Michelangelo inaugurato lo scorso 2 giugno: in appena sei mesi l’affluenza è stata di 5093 persone, di cui 343 stranieri.

«Si tratta di numeri davvero importanti anche perché rappresentano il primo indice di riscontro positivo da parte del pubblico. Per me è importante registrare questo gradimento perché non abbiamo scelto un percorso volto al compiacimento degli utenti fine a se stesso, che sarebbe stata la scelta di comodo, ma di intraprendere un viaggio tra il nostro passato e la contemporaneità sia dei linguaggi artistici sia delle pratiche curatoriali» ha commentato soddisfatta l’assessore a Cultura e Turismo Federica Forti che, guardando al futuro ha aggiunto: «vogliamo crescere ancora e per questo è indispensabile la collaborazione degli operatori turistici del territorio che, in particolare, ci possono aiutare ad aumentare il numero di visitatori stranieri»

Più informazioni su