LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Alla Padula il marmo si "coltiva" nel parco

L'esilarante inaugurazione dell'"Orto di Michelangelo", con tanto di autorità fittizie

Il collettivo anarchico Allegra Brigata, in occasione terza edizione del Libera Padula, ha organizzato l’esilarante inaugurazione dell’“orto di Michelangelo”. Diverse varietà di marmo sono state “seminate” in attesa che germoglino: basterà aspettare due ere geologiche. La cerimonia solenne è stata officiata da Luigi Pellegrini nel ruolo di Luigi Lo Presti, presidente della “Mmi”, e Giancarlo Mottini in quello di Chicco Tosti: nientemeno che l’assessore “al marmo e all’ambiente” del Comune di Carrara (“Le due cose si sono un po’ confuse,” spiega). All’inizio è Claudia Bienaimè a rubare la scena, ma viene cacciata in malo modo, in quanto voce scomoda. Il presidente della Mmi spiega: “L’orto non ha bisogno di manutenzione, è a bassissimo rischio idrogeologico, a meno che non piantiate i semi vicino a un fiume. Crescerà velocemente, diciamo in due ere geologiche.” Il pubblico interviene: e i parcheggi? “Con una app troverete quelli più vicini a voi.” E gli info point? “Basta andarci quando sono aperti. Se ci andate quando sono chiusi, che volete?” E gli orari di apertura del giardino? “Tutti i giorni tranne lunedì mercoledì e venerdì, il martedì dalle 8 alle 8.15.” Nel frattempo Tosti, col suo camioncino, scarica una valanga di sassolini sopra due omini playmobil: “Non è successo niente – assicura il presidente della Mmi – è solo un gioco.”

Tosti precisa: “L’amministrazione è in fase esplorativa. Il loffo non battera né gluisce.” Irresistibile citazione del poeta metasemantico Fosco Maraini. “Le cave sono di tutti, una cava per tutti. I bandi avranno 99 anni di assegnazione, e gnacche alla formica ammucchiarona.” Una banda attacco a suonare sopra un gioco per bambini: “Ecco la nostra partecipazione.”

All’iniziativa ha partecipato poco meno di un centinaio di persone: molte meno dello scorso anno. La giornata è partita alle 11 con un concerto di campane tibetane. Alle 13 il pranzo sociale, alle 15 l’inaugurazione dell’orto. Il pomeriggio è stato allietato da musica, danze e intrattenimenti vari, con tanto di merenda con pane e cioccolato. In chiusura, il concerto di Sam-B, Daddy, Tommaso Bruno & Maiorca.