LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Massa, furti in casa e ricettazione di armi: condanne fino a 4 anni per tre giovani

I tre soggetti, poco più che trentenni, si erano resi responsabili di diversi reati. Indagine condotta dalla Squadra Mobile della Questura apuana

MASSA – Sono stati condannati dal Tribunale di Massa con pene cha vanno dai 10 mesi a 4 anni e 8 mesi di carcere, tre cittadini di origine sinti, domiciliati a Massa ma nati in Lombardia, i quali erano stati già precedentemente arrestati nel corso di un’indagine condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Massa-Carrara.

I tre soggetti, poco più che trentenni, si erano resi responsabili di diversi reati, che andavano dai furti aggravati in abitazione, alla ricettazione e detenzione abusiva di armi. L’indagine, condotta dalla Polizia di Stato di Massa, aveva ricostruito, attraverso il paziente lavoro di raccolta dati, anche con l’aiuto del reparto della polizia scientifica della Questura, le attività criminali del gruppo. Diverse le denunce delle persone derubate che avevano permesso agli investigatori di riconoscere un ‘modus operandi’ che riconduceva a quelle consorterie di soggetti con alta propensione a delinquere nell’ambito dei reati contro il patrimonio.

Nel corso degli arresti erano scattate anche alcune perquisizioni avvenute in accampamenti di altre regioni italiane che hanno consentito il ritrovamento di parte delle cose che erano state rubate. Durante le operazioni, la Squadra Mobile aveva recuperato anche diverse armi da fuoco, pronte all’uso, che erano state asportate ai malcapitati durante i furti.