LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Raffica di controlli anti-spaccio dei carabinieri: due arresti e molte segnalazioni

Grazie alle segnalazioni dei cittadini, altri due spacciatori di droga sono finiti in manette. Numerosi assuntori, fra cui un minore, sono stati segnalati al prefetto

MASSA-CARRARA – I carabinieri di Carrara hanno alzato l’asticella dei controlli antidroga in vari quartieri della città per prevenire situazioni di degrado legate allo spaccio di stupefacenti. Grazie anche alle segnalazioni dei cittadini, altri due spacciatori di droga sono finiti in manette. Numerosi assuntori, fra cui un minore, sono stati segnalati al prefetto. Il primo pusher finito nei guai è una vecchia conoscenza dei carabinieri di Carrara che anni addietro più di una volta lo avevano arrestato per fatti di droga. Per un po’ di tempo lo straniero, un 30enne originario del Marocco senza fissa dimora in Italia, era finito fuori dai radar delle Forze dell’Ordine, ma evidentemente non ha mai perso il vizio di vendere sostanze stupefacenti. I militari dell’Arma, infatti, durante un appostamento di qualche giorno fa lo hanno riconosciuto subito quando hanno assistito “in diretta” ad uno spaccio di droga nei paraggi di un supermercato di Avenza che si trova in Via Toniolo, dove negli ultimi tempi molti cittadini avevano segnalato movimenti sospetti nella zona dei parcheggi.

I carabinieri del Nucleo Operativo, dopo aver tenuto sott’occhio quella zona, sono entrati in azione quando hanno visto per l’ennesima volta il noto pregiudicato andarsene a zonzo fra le auto in sosta. Appena gli investigatori dell’Arma sono usciti allo scoperto, lo straniero con uno salto da acrobata ha scavalcato il muretto del parcheggio per darsela a gambe, ma dopo un breve inseguimento è stato raggiunto e bloccato da un carabiniere che non gli ha lasciato scampo. Durante la perquisizione, il pregiudicato 30enne è stato trovato in possesso di sei dosi di cocaina che aveva nascosto nell’elastico degli slip, perciò per lui sono di nuovo scattate le manette ai polsi per detenzione illecita di stupefacenti.

La seconda indagine antidroga è del tutto simile a quella precedente, perché anche in questo caso sono state le segnalazioni dei cittadini a mettere gli uomini dell’Arma al comando del maggiore Cristiano Marella sulle tracce di un altro pusher. Questa volta, la piazza di spaccio era stata messa in piedi nelle vicinanze di un bar che si trova a Marina di Carrara, in viale delle Pinete. Durante l’appostamento di mercoledì pomeriggio, i carabinieri hanno visto arrivare un furgone con a bordo un uomo che è rimasto in attesa, fino a quando si è avvicinato a lui uno sconosciuto che dal finestrino gli ha passato una dose di cocaina, ricevendo in cambio 70 euro in contanti.

Appena il furgone è ripartito, è scattata la trappola dei militari dell’Arma che si sono divisi in due squadre per bloccare sia il conducente del mezzo che lo spacciatore. Quest’ultimo, un 31enne originario del Marocco, prima di essere fermato è stato visto mentre nascondeva qualcosa vicino un muretto, perciò i carabinieri si sono diretti subito verso quel nascondiglio dove hanno trovato altre dosi di cocaina pronte per la vendita.

Lo straniero, S.B. le sue iniziali, con alle spalle vari arresti e condanne per reati in materia di stupefacenti, a quel punto non ha potuto fare altro che ammettere di spacciare droga per guadagnarsi da vivere, pertanto è finito in manette. L’acquirente invece, prima di essere fermato ha gettato fuori dal finestrino la dose di polvere bianca che aveva appena comprato, ma comunque non ha negato l’evidenza quando ha capito che i carabinieri avevano visto tutta la scena.

In entrambi i casi, gli arresti sono stati convalidati in Tribunale a Massa. Per il primo pusher, il giudice ha disposto il divieto di dimora, invece al secondo è stato imposto l’obbligo di presentarsi in Caserma tutti i giorni per la firma, in attesa dei processi che sono rinviati per entrambi a settembre.  Oltre allo spaccio, nel resoconto dei controlli a tappeto dei carabinieri di Carrara non sono mancati i risultati nell’attività di contrasto al consumo di droga, infatti sono stati segnalati al prefetto una decina di assuntori trovati in possesso di cocaina e hashish per uso personale, fra cui un 15enne di Fosdinovo che aveva nella propria cameretta alcuni grammi di “fumo”.