LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Massa, fugge all’alt dei carabinieri e semina il panico: arrestato spacciatore

È successo nei giorni scorsi: stamani l'udienza di convalida che ha confermato le accuse

MASSA – Il 28 giugno scorso veniva tratto in arresto dai Carabinieri dopo essere fuggito all’alt intimatogli immediatamente dopo aver ceduto dello stupefacente a un ragazzo italiano. Nella giornata odierna si è tenuta presso il Tribunale di Massa l’udienza di convalida dell’arresto, al termine della quale, il giudice procedente applicava la misura alternativa alla detenzione degli arresti domiciliari.

Il giorno 28 giugno scorso, i Carabinieri della locale Sezione Operativa del Norm della Compagnia di Massa, nel corso di predisposti servizi volti al contrasto e repressione delle attività di spaccio, notavano un noto pregiudicato del luogo che si aggirava con fare sospetto in una zona periferica del capoluogo massese posta a confine con l’abitato di Carrara. Poco dopo, lo stesso veniva notato avvicinarsi ad una vettura in sosta e, attraverso il finestrino del lato passeggero, scambiarsi rapidamente qualcosa. I militari, avendo riconosciuto alla guida del veicolo altro noto pregiudicato del luogo, già gravato da precedenti specifici in materia di stupefacenti, decidevano di fermarlo per svolgere più approfonditi controlli.

Dopo aver chiaramente intimato l’alt, il guidatore accelerava bruscamente immettendosi nella corrente di traffico e seminando il panico tra i diversi veicoli che percorrevano serenamente tale area urbana. Vista la reazione incontrollata e la fuga repentina in atto, che creava effettivo nocumento alla sicurezza degli utenti della strada, lo stesso veniva rincorso anche con il supporto di diverse autopattuglie inviate anche dalla vicina Compagnia Carabinieri di Carrara.

Il fuggitivo veniva successivamente raggiunto e fermato nella locale via Romagnano, ove si procedeva al suo arresto in flagranza di reato, poiché ritenuto responsabile dei reati di resistenza a Pubblico Ufficiale e cessione di modica quantità di sostanze stupefacenti. Infatti, l’acquirente, dopo essere stato fermato, confermava di aver acquistato poco prima dalla persona che si era data alla fuga dello stupefacente del tipo cocaina. Al termine delle attività di rito, altre i provvedimenti di natura penale, all’arrestato venivano ulteriormente comminate sanzioni amministrative per circa 600 euro, a seguito delle accertate numerose violazioni al Codice della Strada, venendogli anche ritirata la patente di guida per la successiva sospensione.

Nella giornata odierna, dinnanzi al Tribunale di Massa, si è tenuta l’udienza di convalida dell’arresto, al termine della quale il prevenuto veniva sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso la propria abitazione. L’arrestato ora dovrà rispondere dinnanzi alla locale autorità giudiziaria dei reati di cui vene ritenuto responsabile e poter fornire anche le sue giustificazioni al fine di controbattere agli elementi di prova raccolti nei suoi confronti.