Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Sul corpo non c’erano segni evidenti di violenza, la morte forse causata da un malore

Non è stata ancora completata l’autopsia sul corpo senza vita di Riccardo Vietina, il 56enne trovato nella giornata di Pasquetta nel greto del fiume Versilia a Montignoso

Più informazioni su

MONTIGNOSO – Non è stata ancora completata l’autopsia sul corpo senza vita di Riccardo Vietina, il 56enne, trovato nella giornata di Pasquetta, nella frazione della Piazza, a Montignoso. Nel greto del fiume Versilia, nel corso del pomeriggio un passante a passeggio con il cane, aveva scoperto il corpo ormai senza vita del montignosino e aveva lanciato l’allarme.

La morte, secondo una prima ricostruzione che attende ancora conferma dall’autopsia i cui esiti saranno noti nelle prossime 48 ore, dovrebbe essere risalita a poche ore prima, in mattinata o comunque per l’ora di pranzo.

Ancora da accertare dunque la causa della morte ma il vicequestore Antonio Dulvi Corcione, capo della Squadra Mobile, pensa di poter escludere la morte violenta: «Non ci sono segni di violenza sul corpo — dice rispondendo alle nostre domande — poi magari l’autopsia rivelerà il contrario, ma a una prima analisi non sembrano esserci segni evidenti di aggressione. Probabilmente un malore lo ha colto mentre stava raccogliendo sassi. Si tratta infatti di un artista, un appassionato di arte che era solito raccogliere sassi in riva al fiume con cui realizzava sculture».

Più informazioni su