Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Docenti non vaccinati e sospesi, poche ore all’ultima udienza al tribunale di Massa

Come previsto, si svolgerà mercoledì 20 aprile alle 10 poi la sentenza. L’avvocato Sinagra aveva chiesto e ottenuto dal giudice Lama l’acquisizione del report composto da 8 pagine della Pfizer, sugli effetti avversi provocati dai vaccini

MASSA – Docenti non vaccinati e sospesi. Un appuntamento tanto determinante quanto delicato, presso il tribunale di Massa, domani alle 10, da cui potrebbe dipendere non solo il destino degli insegnanti apuani, di cui due rappresentati dall’avvocato Augusto Sinagra, avvocato e docente di diritto dell’Unione Europea all’Università la Sapienza di Roma, ma il destino di molti altri lavoratori nelle stesse condizioni dei docenti apuani e da cui inoltre potrebbe prodursi un effetto domino su altre aule di tribunale.

Soprattutto nel caso in cui il giudice del lavoro Augusto Lama, nel corso del processo, decidesse di sollevare la questione di costituzionalità circa la corposa raccolta di decreti legge emanati in tema di vaccini e di sospensione dal lavoro in assenza di Green pass. Domani, mercoledì, ci sarà l’ultima udienza e poi la sentenza. Le altre udienze sono sempre state accompagnate fino ad ora, fuori dal tribunale, da sit in e dimostrazioni di solidarietà da parte dei movimenti schierati contro l’uso del Green pass, considerato uno strumento discriminatorio.

Un processo che si è svolto in sordina sulle colonne dei giornali nazionali, ma in realtà ricco di colpi di scena. A cominciare dai due consulenti-periti invitati a deporre dal giudice Lama: Silvio Brusaferro presidente dell’Istituto Superiore della Sanità e Matteo Bassetti direttore di malattie infettive al San Martino di Genova. Entrambi non si sono presentati se non attraverso due delegati. È invece comparso personalmente davanti al giudice il consulente chiesto dall’avvocato Sinagra, il medico endocrinologo Giovanni Frajese nonché docente presso l’Università di Roma, impegnato anche sui media nazionali, nella diffusione di studi scientifici condotti all’estero che evidenzierebbero forti criticità dei vaccini anti-covid. Non solo: l’avvocato Sinagra, in occasione delle udienze precedenti, aveva chiesto e ottenuto dal giudice l’acquisizione del report composto da 8 pagine della Pfizer, sugli effetti avversi provocati dai vaccini.

Domani, le conclusioni finali argomentate delle parti. L’avvocato Sinagra, comprensibilmente, non commenta. Bocche cucite. Una parola di troppo potrebbe compromettere l’equilibrio dello svolgimento della causa. Causa che, come dichiarato da una delle insegnanti sospese nelle interviste rilasciate nei mesi passati, Serena Tusini, ha a che fare con il diritto costituzionale al lavoro. L’unico commento che riusciamo a  strappare all’avvocato Sinagra sul giudice è: «Mi sembra persona seria e aperta».