Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

E’ morto Bo Allison, lo scultore “adottato” da Carrara. Il sindaco: «Era entrato nel cuore dei cttadini»

Aveva collaborato con gli Studi Nicoli e aveva aperto anche un suo studio, in via Colonnata

Più informazioni su

CARRARA – E’ morto Bo Allison, scultore statunitense da anni residente a Carrara. Aveva collaborato con gli Studi Nicoli e aveva aperto anche un suo studio, in via Colonnata. Nel 2014 aveva partecipato insieme a numerosi altri artisti alla “Settimana della Cultura”, un’iniziativa della Regione Toscana a cui aveva aderito anche il Comune di Carrara e per l’occasione era stato ospite della mostra “Le pietre trasportate. Carrara, l’artificio della natura”, allestita all’allora Centro Arti Plastiche.

Il sindaco Francesco De Pasquale e l’assessore alla Cultura Federica Forti hanno espresso il loro cordoglio a nome di tutta l’amministrazione comunale: «Era un artista molto conosciuto e apprezzato, dai suoi colleghi e non solo: lo si vedeva spesso in centro ed era riuscito a entrare nel cuore dei carraresi, anche se non aveva mai voluto imparare l’italiano. Da vero artista qual era, riusciva comunque a comunicare con tutti» ricorda Forti.

A partire dal 1986 Allison aveva lavorato ed esposto un po’ in tutto il mondo, prima negli Stati Uniti e poi in Europa, soprattutto tra Germania e Belgio. Era approdato per la prima volta a Carrara nel 2003, dove aveva collaborato con gli Studi Nicoli: ripartito per una nuova esperienza in Belgio, da anni si era stabilito nella città del marmo, dove aveva uno studio in via Colonnata. A Carrara aveva realizzato diverse opere ed esposizioni: «A Carrara ho trovato la mia dimensione» aveva detto qualche anno fa in un’intervista. «Con queste parole – conclude il sindaco – Bo Allison aveva dichiarato un affetto per la nostra città che era sicuramente ricambiato. Mancherà molto a tutti e in particolare ai tanti amici che si era fatto qui da noi».

Più informazioni su