Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Albiano, cedimento al cantiere del nuovo ponte? Venerdì 14 l’inaugurazione della campata centrale

L'immagine ha fatto il giro dei social. Il 7 gennaio sopralluogo di Anas e del commissario Soccodato

AULLA – «Venerdì 14 gennaio verrà inaugurato il varo del primo concio dell’impalcato metallico. Si tratta del posizionamento dell’intera campata centrale del nuovo ponte, lunghezza 102 metri con un peso di 500 tonnellate». Lo annuncia il deputato lunigianese di Italia Viva, Cosimo Ferri. «Un passo importante – commenta il deputato – che rafforza la scelta di aver detto “no” all’idea di un ponte provvisorio e di chiedere invece tempi rapidi per la realizzazione del ponte definitivo e delle rampe (prima sull’A15 poi bocciate dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici) e poi su A12 (quelle realizzate), scelta che seppur inizialmente indicata come residuale è risultata corretta, funzionale ed è stata decisa, dopo la bocciatura della prima, con il coinvolgimento di tutti».

«Iniziano a vedersi i risultati. Continuerò a seguire con la massima attenzione i lavori – ha aggiunto Ferri – e a vigilare sui tempi. Rimane critico il tema contributi alle imprese per ora ci sono state tante promesse e zero soldi, ho presentato un’interrogazione al ministro dell’Economia per applicare la norma votata in Parlamento (anche dal sottoscritto) che riguarda però non solo Albiano ma tutta Italia (non si capisce quanti soldi ci saranno a disposizione e andranno nella nostra zona), e poi il tema Regione Toscana, dove ci sono stati grandi proclami da parte di alcuni esponenti politici, ma per ora pochi risultati. Ho chiesto infine ad Anas Toscana di rendere sicura e d’intervenire nella strada statale principale che porta al ponte crollato. È un tratto che parte da poco dopo la caserma dei carabinieri e arriva 100 metri prima della Croce Rossa».

Intanto nelle ultime ore, nel cantiere del nuovo ponte sembra che sia avvenuto il cedimento di una piattaforma di cemento, dovuto probabilmente alla piena di ieri, mercoledì, del fiume Magra. La foto (che riportiamo qui sopra) ha fatto il giro dei social. Indipendentemente da questo fatto, per domani comunque è previsto un sopralluogo di Anas e del commissario straordinario Fulvio Maria Soccordato al cantiere.