Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Analisi ok, torna potabile l’acqua sulla collina massese: Persiani revoca l’ordinanza

Gaia si scusa «per il disagio arrecato agli utenti coinvolti, necessario per il rispetto delle corrette procedure a garanzia della salute pubblica» e ringrazia i cittadini «per la comprensione»

Più informazioni su

MASSA – È stata revocata da parte del sindaco di Massa, Francesco Persiani, l’ordinanza di non potabilità dell’acqua nelle frazioni di San Carlo, La Rocca, Tombara, Volpara, Tecchioni, Volpigliano e Le Grazie: in queste località si può dunque tornare ad utilizzare l’acqua del rubinetto, dopo gli esiti favorevoli di tutte le analisi svolte da laboratori accreditati.

I campionamenti che hanno consentito la revoca dell’ordinanza sono stati effettuati dal gestore idrico in data 15, 16 e 17 dicembre sui punti di campionamento individuati a San Carlo, Tombara, Tecchioni, via Malaspina in località La Rocca, via D’Ancona in località Volpigliano e sui serbatoi San Carlo e Tombara.

In particolare le analisi sono risultate conformi per i parametri microbiologici del D.Lgs. 31/2001 e per i parametri ulteriori pseudomonas aeruginosa e salmonella specie, introdotti a seguito del confronto con l’Azienda Usl. «Ricordiamo che Gaia Spa – evidenzia il gestore – ha chiesto l’emissione dell’ordinanza di non potabilità in via precauzionale, a seguito di un immediato e attento confronto con Ausl. Tale confronto ha evidenziato la necessità di eseguire specifiche analisi batteriologiche, per le quali sono previste rigide procedure che gli enti accreditati devono eseguire per rilasciare idonea certificazione».

Il gestore si scusa «per il disagio arrecato agli utenti coinvolti, necessario per il rispetto delle corrette procedure a garanzia della salute pubblica e ringrazia i cittadini «per la comprensione, la collaborazione e la pazienza  dimostrata nel fronteggiare questo evento. Ringraziamo anche il sindaco e gli uffici comunali per essere stati presenti da subito e aver seguito con attenzione gli sviluppi a tutela dei cittadini».

Più informazioni su