Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Bus senza autista va fuori controllo: tragedia sfiorata a Carrara. Conducente ferita foto

E' successo questa mattina in piazza Sacco e Vanzetti. La denuncia dei sindacati: «Capolinea da ristrutturare. Comune e Autolinee Toscane investano»

CARRARA – Tragedia sfiorata questa mattina al capolinea di Carrara in piazza Sacco e Vanzetti. A denunciarla  sono i sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uilt, Faisa e Ugl in una nota congiunta: “Sono le 7.30 circa quando l’autista proveniente da Miseglia parcheggia il bus al capolinea. Mette dunque il mezzo in sicurezza, tirando il freno a mano e togliendo le chiavi. Scende, ma mentre si avvia alla sala autisti il collega la avverte che ľautobus si sta muovendo fuori controllo. L’autista cerca quindi di risalire al volo per bloccarlo ma rimane schiacciata tra il bus e un palo della segnaletica. Tutto questo mentre un altro bus diretto al capolinea viene investito dal mezzo sfrenato, che così, finalmente, si ferma. Fortunatamente si è registrato “un solo ferito”, ma poteva accadere di peggio”.

“Come sindacati – proseguono – tante volte abbiamo denunciato la vetustà e la scarsa manutenzione dei bus utilizzati nel servizio di trasporto pubblico, nonché le criticità di un capolinea quello di piazza Sacco e Vanzetti che non rispetta i criteri moderni di sicurezza. Sul primo punto non vogliamo puntare il dito contro la nuova azienda che è subentrata da poco più di un mese e mezzo ma certamente vi è la necessità di accelerare quel processo di ringiovanimento del parco veicolare. Sulla nostra Provincia i sette mezzi in arrivo a breve sono troppo pochi. C’è bisogno anche di trovare una soluzione all’officina che attualmente esternalizzata, non è riuscita a superare lo stato di criticità della manutenzione dei bus. Per quanto riguarda il capolinea – proseguono – questi è nato come “provvisorio” e rimasto definitivo ma tra il provvisorio e il definitivo non sono mai stati fatti lavori strutturali e di manutenzione. È un capolinea non delimitato né da segnaletica ne da cordoli che impediscano ľaccesso alle auto private, in più punti è in discesa, non ha salvagenti (marciapiedi rialzati) tra una corsia e ľaltra per far sostare in sicurezza gli utenti e non ha sufficienti pensiline ecc.”.

“Insomma – chiudono i sindacati –  un capolinea da ristrutturare. Un capolinea in cui il Comune e Autolinee Toscane devono investire”.