Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Gli ebrei sono il vero virus»: scritte antisemite al Pasquilio. L’Anpi: «Continueremo a resistere»

L'Associazione Apuana Amici Italia Israele di Massa-Carrara: «Arrabbiati e sgomenti per un'azione figlia di mai sopiti rigurgiti nazifascisti»

MASSA – “Gli ebrei sono il vero virus”. E’ la scritta apparsa al Pasquilio, sopra il piazzale del Termo, a Montignoso, sul cartello a colori dedicato ai sentieri e alle trincee della Linea Gotica. Un gesto che ha suscitato lo sdegno dell’Anpi di Massa: «Denunciamo la gravità dell’episodio che evidenzia il riemergere nel nostro paese, di un pericoloso atteggiamento nostalgico, ma concreto e reale, che ha avuto il suo apice negli attacchi alla Senatrice Segre, che ha dovuto essere messa sotto scorta da parte dello Stato – commentano dall’associazione sulla pagina Facebook -. Denunciamo insieme anche l’assenza di rispetto della storia della nostra comunità e del lavoro svolto da uomini e donne per lasciarci un simbolo della memoria che riguarda tutti. Invitiamo la cittadinanza a fare attenzione e a condannare con noi simili episodi. L’Anpi di sicuro non si arrende e continuerà a resistere».

E sull’episodio sono interventi anche dall’Associazione Apuana Amici Italia Israele di Massa-Carrara: «Siamo arrabbiati e sgomenti per un’azione di matrice antisionista, e quindi antisemita, figlia di mai sopiti rigurgiti nazifascisti come di campagne ipocrite contro lo Stato di Israele. Avevamo a suo tempo segnalato alle forze politiche locali che anche atteggiamenti superficiali e inopportuni quali abbandonare consigli comunali solenni come quello del Giorno della Memoria (è successo a Massa il 27 gennaio scorso) sarebbero stati atti pericolosi di cui gruppi di odiatori seriali si sarebbero fatti scudo. Auspichiamo un’azione unitaria di condanna del gesto e profonda attenzione riguardo allo Stato d’Israele che da oltre 70 anni difende il proprio diritto di esistere in pace e sicurezza. Proponiamo infine di unirci e portare in ogni consiglio comunale della provincia di Massa Carrara il documento dell’Unione europea stilato dalla IHRA (International Holocaust Remenbrance Alliance) che giustamente equipara antisionismo e antisemitismo».