Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Marina di Carrara, fugge dalla polizia con la droga nelle mutande: 32enne nei guai

Stava spacciando in pineta quando è stato sorpreso dagli agenti: denunciato per traffico di sostanze stupefacenti

MARINA DI CARRARA – Nel corso dell’ultima settimana i residenti di Marina di Carrara avevano più volte segnalato alla Polizia di Stato costanti e frenetici scambi di stupefacente nei pressi di una pineta, spesso frequentata anche dalle famiglie per passeggiate o pic nic, situata lungo il viale XX Settembre. Il Commissariato di Carrara, recepite le segnalazioni provenienti dal territorio, si attivava predisponendo mirati servizi di contrasto al traffico di stupefacente, impiegando sinergicamente personale in abiti civili, su mezzi con colori di serie, e personale in divisa della Squadra Volante.

Nel corso del pomeriggio di sabato scorso, il personale operante in servizio di volante riusciva ad individuare il sospettato dedito al traffico stupefacente, il quale, appena vista la pattuglia con i colori della Polizia di Stato, cercava di guadagnare con passo svelto l’uscita dalla pineta, dirigendosi in direzione del complesso fieristico. Gli operatori riuscivano con una manovra repentina a intercettarlo prima che potesse dileguarsi, sottoponendolo a un accurato e meticoloso controllo personale.

Sin da subito il pusher, 32enne di origine italiana, si mostrava non collaborativo e in forte stato di agitazione, rifiutandosi anche in un primo momento di fornire un documento per l’identificazione, denotando evidenti comportamenti di stizza e di insofferenza agli agenti che stavano procedendo al controllo. All’esito della perquisizione l’intuito investigativo dei poliziotti si rivelava fondato, in quanto veniva rinvenuta nella tasca del giaccone una scatola contenente svariate dosi di hashish, già suddivise e avvolte nel cellophane per la pronta vendita. Proseguendo nella perquisizione veniva trovato anche un coltello serramanico, della lunghezza di quasi 20 centimetri, che per la fattura si riteneva venisse utilizzato dallo spacciatore per tagliare e dividere in dosi lo stupefacente. Presso gli Uffici del Commissariato si approfondiva la perquisizione, rinvenendo all’interno degli slip della biancheria intima un ulteriore e consistente pezzo di hashish.

Per l’uomo scattava l’immediato sequestro dei circa 10 grammi di hashish e del coltello a serramanico, con il contestuale deferimento in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria per i delitti di traffico di sostanze stupefacenti, ai sensi dell’art. 73 del D.P.R. 309/90, e per porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere, ai sensi dell’art. 4 della L. 110/1975.