Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Si diverte a lanciare bottiglie, poi insulta i carabinieri: arrestato per resistenza a pubblico ufficiale foto

E' successo nel corso della notte di sabato ad Aulla. L’uomo è un cittadino marocchino 26enne, con diversi precedenti, dimorante nel Fivizzanese

AULLA – Nel corso della notte di sabato, ad Aulla, i carabinieri sono stati allertati dai cittadini per un uomo che lanciava bottiglie nelle vicinanze del Demy Hotel. Una pattuglia della stazione di Licciana Nardi, quindi, si è recata subito sul posto, dove i militari hanno individuato un uomo, già noto alle forze dell’ordine, di origini marocchine che, senza apparentemente motivo, si divertiva a lanciare delle bottiglie a terra. Chiesto il motivo di tale comportamento l’uomo si scagliava contro i carabinieri insultandoli e opponendo ferma resistenza al controllo in atto. Nonostante i ripetuti inviti alla calma, il giovane ha continuato imperterrito nel suo comportamento. I militari operanti sono stati pertanto costretti a bloccarlo e accompagnarlo in caserma dove, senza non poche difficoltà, sono riusciti a calmarlo.

L’uomo, un cittadino marocchino 26enne, con diversi precedenti di Polizia, dimorante nel Fivizzanese, veniva così dichiarato in arresto per “resistenza a pubblico ufficiale”, con contestuale comunicazione al Pubblico Ministero di Turno, dott.ssa Marianna Di Palo. Il 26enne, a quel punto punto, è stato ristretto nelle camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Pontremoli in attesa del rito direttissimo che si è celebrato nel corso della mattinata di sabato.

Il giudice, dott. Dario Berrino, valutati gli elementi a disposizione, ha convalidato l’arresto disponendo nei suoi confronti l’obbligo della presentazione alla Procura Generale per tre giorni a settimana, in orario serale, presso la Stazione Carabinieri di Fivizzano.