Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Dobbiamo verificare l’acqua in casa sua». Tentativo di truffa sventato a Marina di Massa

Il gestore idrico mette in guardia gli utenti: «Gaia non esegue analisi alle acque del rubinetto di casa. L'invito per tutti i cittadini è quello di prestare la massima attenzione»

MARINA DI MASSA – Un utente della zona di Marina di Massa ha segnalato ai centralini del gestore idrico Gaia Spa un probabile tentativo di truffa. L’utente, infatti, ha spiegato di aver ricevuto una chiamata da un numero non visibile sul telefono, da parte di una persona non ben identificata che ha chiesto di sapere quando l’utente si trovava in casa per eseguire una verifica dell’acqua all’interno dell’abitazione.

Fortunatamente l’utente, riconoscendo l’ambiguità della chiamata, non ha dato seguito alla conversazione e ha contattato il numero verde del gestore. «Si tratta nuovamente di un possibile tentativo di adescamento telefonico – affermano da Gaia – Gaia non esegue analisi alle acque del rubinetto di casa. L’invito per tutti i cittadini è quello di  prestare la massima attenzione e segnalare i presunti tentativi di truffa alle autorità competenti e anche al numero verde 800 223 377, gratuito da fissi e mobili».

«Ciascuno – prosegue il gestore – può fare la propria parte per salvaguardare la sicurezza in particolar modo degli anziani che vivono soli, principali prede dei truffatori. A questo fine è utile diffondere le corrette informazioni a parenti, amici e vicini di casa, condividendo le notizie a riguardo provenienti da Gaia o dalla autorità. Gaia non bussa alla porta dei cittadini senza appuntamento, ed è raramente necessario per gli addetti del Gestore entrare in casa. I nostri operai sono sempre muniti di tesserino di riconoscimento con logo Gaia ben visibile».