Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Carrara, collina a fuoco: indagini in corso e zona presidiata. Il sindaco ringrazia i soccorritori foto

Ma arrivano anche le critiche di Forza Italia: «Il Comune deve tenere puliti i terreni e i boschi pubblici e obbligare i privati a tagliare l'erba per prevenire gli incendi. Persi milioni di euro per le strade taglia fuoco»

Più informazioni su

CARRARA – «Confidiamo nel lavoro della Procura, ma il Comune deve tenere puliti i terreni e i boschi pubblici e obbligare i privati a tagliare l’erba per prevenire gli incendi. Persi milioni di euro per le strade taglia fuoco». In estrema sintesi è questo il commento che Riccardo Bruschi e Gianni Musetti hanno rilasciato alla Voce Apuana dopo l’incendio che ha coinvolto le colline in località Stabbio alle porte del centro di Carrara (qui articolo con foto e video).

«Il Comune – affermano i due politici – non ha partecipato neppure a un bando regionale per finanziare le strade taglia fuoco, cosa che hanno fatto invece nei comuni della Lunigiana, come ad esempio a Tresana con il sindaco Mastrini di Forza Italia, che ha messo in sicurezza centinaia di ettari di bosco grazie agli interventi finanziati completamente da fondi regionali. Il Comune di Carrara invece neppure un piccolo progetto, nulla più assoluto. Ma oltre a queste misure straordinarie di sicurezza, avrebbero dovuto mettere in pratica anche quelle ordinarie, come la pulizia dei boschi e dei terreni incolti pubblici e privati».

«Con questa manutenzione, anche se il fuoco è doloso o colposo –  aggiungono – si potrebbero spegnere più velocemente gli incendi, ma sopratutto non avrebbero le sterpaglie ad alimentare la fiamma libera. Se c’è una responsabilità di un singolo perché ha dato origine all’incendio è giusto che paghi, ma anche il Comune e la provincia hanno le loro responsabilità per la mancanza di manutenzione e di controlli. Noi confidiamo nel lavoro degli inquirenti, e siamo certi che la Procura sia già al lavoro per accertare le responsabilità. Riponiamo nelle Procura tutta la nostra fiducia».

Il sindaco De Pasquale ringrazia i soccorritori
«Con questo messaggio – ha scritto il sindaco Francesco De Pasquale sui social – voglio ringraziare tutte le persone coinvolte nello spegnimento dell’incendio sulle colline di Carrara. Volontari da tutta la Toscana sono venuti nella nostra città per sostenere i Vigili del Fuoco del comando di Massa-Carrara, le squadre regionali Anticendio Boschivo e la Protezione Civile di Carrara, che ha assistito a livello logistico operatori e operatrici impegnati nello spegnere il fuoco divampato sopra la nostra città».

«La Polizia Municipale di Carrara – ha proseguito – ha sostenuto l’operazione disciplinando il traffico e il personale della Regione Toscana ha diretto l’intera operazione di spegnimento. Attualmente le indagini per comprendere la natura dell’evento sono in corso e la zona è ancora presidiata. Ringrazio infine la società cooperativa Conad della Lugnola che ha offerto panini e acqua a tutti i presenti. L’accaduto, per quanto spiacevole e doloroso, ci fa capire che all’occorrenza centinaia di persone e di volontari, mezzi nazionali, locali e regionali, compresi i canadair, sono pronti ad intervenire in nostro soccorso. Alle istituzioni il compito di non dimenticare il fondamentale apporto di volontari e operatori per il benessere e la tranquillità della cittadinanza».

Più informazioni su