Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Il saluto alla maestra Angela Giampaoli, da tutti conosciuta come Titti

A ricordarla il fratello Bruno. Le esequie si terranno domani nella chiesa di San Sebastiano

MASSA – A darne notizia il fratello Bruno, del quale pubblichiamo le parole: «Purtroppo mia sorella da anni soffriva di una malattia che colpisce gli anziani riducendone le funzioni celebrali e pertanto la Titti ultimamente se ne stava in casa accudita amorevolmente dai figli, nipoti e da una bravissima badante che la teneva come una sorella. In questi ultimi giorni c’é stato un peggioramento delle condizioni fisiche e dopo qualche giorno di ricovero in ospedale e malgrado le attente cure se ne è andata serenamente a raggiungere il marito Ivo Giuseppini scomparso una decina di anni fa. La Titti era molto conosciuta in città perché aveva insegnato fino alla pensione in vari istituti del centro e della periferia. Per tutti ricordo solo l’elementare della Salle e quella di Romagnano. Per la sua formazione culturale e religiosa che le veniva dalla frequentazione giovanile dell’Azione Cattolica aveva un particolare amore per la vita che trasmetteva a tutti con semplicità, specie ai giovani alunni che sempre si affezionavano alla maestra. In casa e in famiglia è sempre stata una colonna portante alla quale tutti si appoggiavano nei momenti di sconforto. Sempre sorridente e di buon umore, infatti, quanti l’hanno conosciuta la ricordano così allegra e disponibile. La famiglia, di  antica religione  cattolica osservante, non piange la scomparsa perché la “Titti”  per loro non é morta e finita nel nulla, ma ha solo raggiunto la meta finale di questa vita terrena andando là dove troverà sicuramente il premio per una vita vissuta nell’amore della famiglia e in quello di Dio e della chiesa che frequentava assiduamente. E’ deceduta all’Ospedale delle Apuane a 88 anni e le esequie si svolgeranno domani martedì 3 agosto alle ore 16 nella Chiesa di San Sebastiano e sarà tumulata nel cimitero del Mirteto. Lascia i figli Simone, Barbara e Franca e vari nipoti tra cui Claudia, Ascanio, Luca e Francesco. Un saluto affettuoso dal fratello Bruno per avergli fatto da seconda madre.»