Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Il ristoratore è finito all’ospedale per l’aggressione di un invitato. Nessuna rissa a quel matrimonio»

Emergono ulteriori dettagli sul fatto di cronaca accaduto in un ristorante del comune di Villafranca in Lunigiana. Intervengono gli avvocati. Sono intervenuti anche i carabinieri

Più informazioni su

VILLAFRANCA IN LUNIGIANA – Emergono ulteriori dettagli sul fatto di cronaca accaduto in un ristorante del comune di Villafranca in Lunigiana (Massa-Carrara) nel corso di un matrimonio (ne abbiamo parlato qui). A intervenire sono gli avvocati Ugo Malatesta ed Ettore Lossi, legali del locale, a inviare una ricostruzione più precisa di quanto successo con una lettera al direttore. Riportiamo di seguito.

«Sebbene nell’articolo non venga, ovviamente, fatta precisa menzione del locale – scrivono gli avvocati – questo è chiaramente desumibile per la circostanza che esso è l’unico in Villafranca L. che effettua abitualmente banchetti e cene nuziali.  Vorrei che il Suo giornale chiarisse e rettificasse che il contitolare sig. Ciuffani Fabio non è stato affatto “partecipe” di alcuna “rissa” bensì “vittima” dell’aggressione di un invitato degli sposi che, causa, questo sì, i fumi dell’alcol o altro, aveva incominciato letteralmente a “lanciare” in piscina, ovviamente vestiti, altri convitati».

«A fronte degli inviti garbati, anche se decisi, del sig. Ciuffani – prosegue la ricostruzione – che certamente non erano determinati dalla circostanza che l’uso della piscina fosse “compreso” (o meno) nel prezzo pattuito con gli sposi” in quanto l’uso della stessa è riservato esclusivamente agli ospiti che soggiornano presso la “Locanda Gavarini”, il succitato invitato prima proferiva verso il Ciuffani parole ingiuriose e, successivamente, lo aggrediva con un pugno ed un calcio al volto».

«Il Ciuffani – aggiungono ancora Malatesta e Lossi – dopo aver chiesto l’intervento della Forza Pubblica si è dovuto recare presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Pontremoli ove gli sono stati diagnosticati “policontusioni al volto ed all’emitorace sinistro per violenza altrui con ampia abrasione a livello dello zigomo destro” con prognosi di giorni dieci s.c. Ovviamente è in corso formalizzazione di denuncia-querela nei riguardi del predetto “invitato”, il quale dopo aver aggredito il titolare, si è reso protagonista, lui sì, di altri alterchi e collutazioni, con altre persone. Fra l’altro i Carabinieri intervenuti hanno redatto preciso verbale di quanto accaduto».

Più informazioni su