Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Undici ore sulla parete del Pizzo d’Uccello: complesso intervento per salvare due escursionisti foto

Alle 3.57 è stato recuperato il ferito che nella caduta ha riportato traumi alla caviglia ma che è rimasto sempre cosciente durante le operazioni di recupero

APUANE – Si è concluso positivamente il complesso intervento sulla parete del Pizzo d’Uccello (qui la notizia di ieri). Un’operazione che ha visto un grande lavoro da parte dei tecnici in parete, che hanno effettuato calate e recuperi per un complessivo di circa 600 metri di corda. Alle 3.57 è stato recuperato il ferito, che nella caduta ha riportato traumi alla caviglia ma che è rimasto sempre cosciente durante le operazioni di soccorso.

Contemporaneamente si è proceduto al recupero tramite manovre tecniche dell’altro uomo, che si trovava a 150 metri sotto la sommità del secondo pilastro. Entrambi gli escursionisti, 54 e 57 anni, sono originari della Spezia. Questa mattina Pegaso 3 ha effettuato un paio di tentativi verso le ore 6 ma sul posto la visibilità era ostacolata dalle nubi.

Vista la situazione, il ferito è stato portato più in basso lungo la via normale del Pizzo d’Uccello e alle 7,15 l’elicottero è riuscito a caricarlo a bordo in prossimità del “Giovetto” per poi dirigersi all’aeroporto del Cinquale (Massa-Carrara). Alle 7.43 il compagno di cordata e le squadre dei soccorritori con il materiale risultavano fuori dalla parete. I soccorritori, dopo 10 ore di operazioni in parete, sono rientrati a piedi, una parte verso Vinca e una parte verso il Rifugio Donegani con tutto il materiale.

Il merito della buona riuscita delle operazioni è da attribuirsi per intero alle squadre intervenute questa notte sulla parete Nord del Pizzo d’Uccello: in meno di 11 ore dalla chiamata di soccorso grazie alla loro professionalità, spirito di altruismo e abnegazione è stato possibile scendere 350 metri di parete e di risalirli portando in salvo la persona ferita.