Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Duro colpo allo spaccio in Lunigiana: due arresti. Sequestrati oltre un chilo di droga e 65mila euro

Da qualche tempo i carabinieri dell’Aliquota Operativa avevano notato qualcosa di strano nel comportamento di due giovani

LUNIGIANA – I Carabinieri del Norm della Compagnia di Pontremoli (Massa-Carrara) hanno inferto un duro colpo alla piazza di spaccio lunigianese. Da qualche tempo i Carabinieri dell’Aliquota Operativa avevano notato qualcosa di strano nel comportamento di due giovani, spesso visti aggirarsi nelle zone di spaccio della bassa e alta Lunigiana. L’operazione antidroga, iniziata alle prime luci dell’alba di 28 giugno, cui hanno preso parte anche le unità cinofile di Pisa-San Rossore, è terminata nel tardo pomeriggio con l’arresto dei due italiani per “detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio”.

La prima abitazione a essere perquisita è stata quella di un 21enne, con precedenti penali, residente in bassa Lunigiana; il giovane all’apparenza mite e tranquilla, con un lavoro stabile, aveva adibito la propria abitazione a vero e proprio “deposito”; alla richiesta dei militari se nascondesse in casa della droga, l’uomo è stato da subito molto collaborativo, consegnando spontaneamente pochi grammi di hashish e una piccola somma di denaro; un’abile mossa, ma la sua espressione, però, è cambiata nel momento in cui è spuntato il cane antidroga.

Il cane antidroga, dopo aver fatto un giro in casa, è stato condotto nella cantina dove ha dato subito chiari segnali di agitazione che stanno a indicare la presenza di sostanze stupefacenti: ed ecco spuntare, nascosti tra varie cianfrusaglie, circa 400 grammi di hashish, circa 50 grammi di marijuana e quasi 56.000 mila euro in contanti, oltre a vari strumenti per pesare e confezionare la droga.

A quel punto è scattata la seconda operazione, questa volta a casa di un operaio 43enne, anche lui con precedenti penali, abitante in Val di Magra; all’interno dell’abitazione i carabinieri hanno trovato, grazie anche al fiuto dell’unità cinofila, circa 450 grammi di hashish, circa 90 grammi di marijuana e quasi 9000 mila euro in contanti, oltre a vari strumenti per pesare e confezionare la droga.

Entrambi sono stati dichiarati in arresto per detenzione illecita di stupefacenti ai fini di spaccio e l’esito dell’operazione è stato riferito ai pubblici ministeri di turno della procura di Massa, Alessia Iacopini, e della Procura della Spezia, Elisa Loris; entrambi sono stati posti agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.