Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Addio a Simona, nota ballerina apuana. Aveva solo 49 anni

Ha lottato per due anni contro un male che, alla fine, non le ha lasciato scampo. Lascia il marito e due figli

Più informazioni su

MASSA – Ha lottato per due anni contro un male che, alla fine, non le ha lasciato scampo. E’ morta a soli 49 anni Simona Nesi, nata a Carrara ma da sempre vissuta a Massa, dopo aver cercato in tutti i modi di vincere la battaglia, circondata dall’affetto della sua famiglia, del marito Roberto e dei figli Nicola ed Elisa. Simona era una ballerina, aveva una sua scuola di danza e pilates, “Be be lux”, e, in passato, era stata allieva della Scala di Milano. Nella danza, era una delle migliori al mondo. Basti pensare che, soli 15 anni, è stata una delle finaliste al Prix de Lausanne. La sua scuola, a Forte dei Marmi, attraeva clienti da tutto il mondo. A interrompere i suoi progetti, due anni fa, è arrivata la malattia. Ma Simona non si è abbattuta.

La cura non c’era, così come non c’era possibilità di intervento, ma si è comunque affidata a specialisti, ha girato cliniche per combattere il suo male. Ha lottato con eleganza, come una vera ballerina della Scala. I suoi ultimi giorni li ha trascorsi a casa dei genitori, a Marina di Massa, dove ieri mattina ha esalato l’ultimo respiro. Troppo presto, per spegnere una luce che aveva ancora tanto, troppo, da dare alla vita.

Profondamente colpito dalla scomparsa il Partito Democratico di Massa, che ha voluto esprimere il suo cordoglio attraverso una nota: “Il partito democratico di Massa apprende con sgomento la notizia della tragica scomparsa di Simona Nesi. La sua competenza, la sua forza e la sua tenacia hanno costituito un punto fermo per la comunità massese a cui Simona si è impegnata a trasmettere la passione per la bellezza e per l’equilibrio. La ringraziamo per tutto quello che ci ha saputo dare. Esprimiamo la nostra vicinanza alla sua famiglia che è stata colpita duramente da questa drammatica perdita”.

Più informazioni su