Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Covid, all’ospedale delle Apuane il primo paziente trattato con anticorpi monoclonali

Si tratta di un uomo di 38 anni positivo al coronavirus, arrivato in pronto soccorso con i sintomi tipici dell’infezione

MASSA – Anche il Noa è uno degli ospedali abilitato dall’Aifa (l’Agenzia italiana del farmaco) per la somministrazione della terapia con anticorpi monoclonali. Nei giorni scorsi è stato trattato il primo caso, selezionato dai medici del pronto soccorso in accordo con gli infettivologi e con la collaborazione fondamentale della farmacia ospedaliera.

Si tratta di un uomo di 38 anni positivo al covid-19, arrivato in pronto soccorso con i sintomi tipici dell’infezione. I sanitari, dopo aver valutato la corrispondenza con i criteri presenti nelle linee guida di Aifa hanno proposto al paziente l’innovativa terapia che gli è poi stata poi somministrata.

Durante l’infusione non ci sono stati effetti indesiderati e dopo un’ora di osservazione l’uomo è stato rinviato a domicilio e ha trascorso una notte con febbre alta e dolori, in mattinata le sue condizioni sono decisamente migliorate, la febbre è scesa a valori quasi normali e i dolori sono nettamente diminuiti, nei prossimi giorni è prevista una visita di controllo. Il trattamento con anticorpi monoclonali vuole impedire, in pazienti con sintomi lievi ma a rischio di peggioramento, la malattia severa e il conseguente ricovero.