Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Gomme squarciate e bulloni allentati, il prof. Canesi denuncia tutto: poteva essere una tragedia

Il docente di geografia ed ex parlamentare ha reso pubblico in un post quanto gli è accaduto negli ultimi anni: «Sono un "ragazzo fortunato" se sono qui a raccontarvi queste vigliaccate»

MARINA DI CARRARA – Una gomma squarciata col coltello, bulloni dei pneumatici allentati e altri vandalismi. È quanto subìto negli ultimi anni da Riccardo Canesi, ex parlamentare dei Verdi e docente di geografia, che spesso si è esposto nelle battaglie ambientaliste e per la conversione in senso turistico del porto di Marina di Carrara. Per la prima volta, questa mattina, Canesi ha deciso di rendere pubblico quanto gli è accaduto in un post su Facebook, dal titolo «Sono un “ragazzo fortunato”».

«Non so chi ringraziare: se un giovane leone in cerca di adrenalina notturna – ha scritto – o qualcuno a cui non sto simpatico. Fatto sta che sabato mi sono ritrovato una gomma bucata al mio furgone e stamani il verdetto del gommista è stato: squarcio laterale di 2 centimetri prodotto da lama. Pneumatico non riparabile. Costo del nuovo 105 euro. Per gli amanti della statistica, il fatto è avvenuto in via Prampolini (a Marina di Carrara, ndr). Invito quindi i vicini a vigilare, perché, se la causa fosse la prima, potrebbe accadere anche a loro».

«Sempre per gli amanti della statistica (che rischiava di finire in cronaca nera) – ha aggiunto – nel mio caso siamo al quinto vandalismo. Due dei quali avrebbero potuto avere conseguenze più gravi ma l’ho sfangata fortunosamente. È la prima volta che lo racconto pubblicamente. Qualche anno fa, per ben due volte, qualcuno mi ha allentato i bulloni di una ruota. Una volta me ne sono accorto per tempo mentre guidavo e non è successo nulla. La seconda volta ho perso la ruota per strada fortunatamente andando piano… ma ero appena uscito dall’autostrada con a bordo la mia giovane nipote (vi lascio immaginare cosa sarebbe potuto accadere se mi succedeva lì)».

«Ovviamente – ha concluso Canesi – ho denunciato il tutto alle forze dell’ordine. Comunque, finora, non posso lamentarmi: sono “un ragazzo fortunato”, visto che posso continuare a raccontarvi queste vigliaccate».