LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Sanificazione completata, l’Alberghiero ‘Minuto’ riapre lunedì 22 febbraio

Riaprono tutte le sedi. La preside Langella: «Per tutto il personale presto tamponi rapidi».

MASSA – Riapre l’Alberghiero “Minuto” di Massa. Lo ha fatto sapere con una nota la dirigente scolastica Addolorata Langella: «Facendo seguito a tutto quanto disposto dall’ordinanza n° 30 del sindaco di Massa, Francesco Persiani, emanata dietro indicazioni della dottoressa Rosa Luzzoli Rosa, dirigente del Distretto di prevenzione dell’Asl Toscana Nord ovest, è stata compiuta da ditta specializzata la sanificazione richiesta nell’ordinanza stessa per i locali di tutte le sedi della scuola e del convitto ed è stata sospesa l’attività didattica in presenza, con chiusura del convitto per 14 giorni, dall’8 al 20 febbraio 2021 (qui la notizia)».

«A sanificazione avvenuta in tutti gli spazi (sede centrale, sede Toniolo, convitto e locali del Pioppo in uso alla scuola) – afferma Langella – attestata da regolare certificazione, dopo comunicazione alle autorità preposte, sarà possibile riprendere l’attività didattica in presenza al 50%, come previsto dalla normativa in vigore, e riaprire il convitto a partire da lunedì 22 febbraio 2021».

La presidenza sottolinea e ribadisce che ha attivato «tutte le misure, per quanto di propria competenza, per assicurare il rispetto puntuale dei protocolli della sicurezza e della sorveglianza sanitaria. Si coglie l’occasione per dare evidenza all’adesione della Scuola al progetto della Regione Toscana, portato avanti dall’Asl Toscana Nord Ovest, “Scuole Sicure”. Tale progetto è finalizzato all’individuazione, monitoraggio e prevenzione dei contagi attraverso tamponi gratuiti e periodici agli studenti che aderiscono volontariamente all’iniziativa, in modo da individuare i positivi asintomatici. Sempre nell’ambito del progetto “Scuole Sicure”, per il personale tutto la scuola ha provveduto a generare i codici necessari per la prenotazione dei tamponi rapidi, su base volontaria».