Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Coppia di spacciatori arrestata a Montignoso: sequestrati cocaina e 13mila euro foto

Operazione dei carabinieri: si tratta di un massese di 55 anni e la sua compagna albanese

MASSA-CARRARA – I carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Massa-Carrara hanno arrestato un massese e la sua compagna trovati in possesso di 28 grammi di cocaina e 13.400 euro in contanti. I militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Massa-Carrara, in esito a un servizio per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti nell’area di Montignoso, hanno sottoposto a perquisizione un 55enne di Massa e la sua compagna di origine albanese.

La presenza sospetta della coppia veniva notata quasi per caso dagli uomini del Nucleo Investigativo, che da pochi giorni stavano monitorando l’area collinare del comune apuano, dove erano stati segnalati movimenti anomali di cittadini dell’est europeo nei pressi di alcune ville particolarmente isolate. Sottoposti ad una prima perquisizione veicolare mentre stavano facendo ingresso in un’abitazione, i due hanno dapprima manifestato un certo nervosismo, sino a quando hanno spontaneamente consegnato ai militari una confezione in plastica contenente 28 grammi circa di cocaina e la somma contante di 1.470 euro.

A fronte della sostanza stupefacente rinvenuta, i militari decidevano quindi di approfondire il controllo, perquisendo sia l’abitazione di campagna dove i due si stavano recando, sia l’abitazione occupata stabilmente dalla coppia in località Marina di Massa, ove venivano infatti rinvenuti e sottoposti a sequestro ulteriori 12mila euro in denaro contante e un bilancino elettronico di precisione utilizzato per la pesatura dello stupefacente.

Per l’uomo e la sua compagna è quindi scattato l’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, convalidato stamattina, venerdì, dal giudice del Tribunale di Massa, che all’esito dell’udienza ha disposto rispettivamente la misura cautelare degli arresti domiciliari per l’uomo e dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria per la sua compagna.