LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Serinper, si dimettono Zoppi e Benassi. Pucciarelli nuovo amministratore: «Tutelare società e lavoratori»

Cambiano i ruoli nella cooperativa sociale al centro dell'inchiesta "Accoglienza" della Procura apuana: «Una decisione sofferta ma necessaria. Proseguiamo tutte le nostre attività con la passione e la professionalità di sempre. Tutti i lavoratori confermati»

MASSA-CARRARA – Per tutelare la cooperativa sociale, la sua attività a sostegno dei soggetti più fragili e tutti i suoi lavoratori, Alessio Zoppi ed Enrico Benassi il 18 gennaio hanno rassegnato ufficialmente le loro dimissioni dai rispettivi ruoli di presidente e vice presidente della Serinper. Sono stati autorizzati a darne comunicazione dal giudice per le indagini preliminari. Lo fa sapere la coop in una nota ufficiale. I due, lo ricordiamo, erano stati messi agli arresti domiciliari nell’ambito dell’operazione “Accoglienza” (qui i dettagli).

A guidare la società sarà Tamara Pucciarelli con il ruolo di amministratore unico della cooperativa sociale Serinper. Una decisione già ratificata in sede di assemblea dei soci il 22 gennaio. Il passaggio sarà ufficializzato a breve con relativa comunicazione del nuovo assetto societario.

“Si tratta di una decisione sofferta ma necessaria – sottolinea Tamara Pucciarelli -, in un momento estremamente delicato per tutti. Lo è certamente per Zoppi e Benassi, che devono tutelare loro stessi nelle sedi più opportune. Ma è soprattutto una decisione che hanno preso per difendere e proteggere la cooperativa Serinper e tutto ciò che rappresenta: i servizi che ancora fornisce senza alcuna interruzione a sostegno dei soggetti più fragili, la sua storia e i suoi lavoratori. Le indagini sono ancora in corso ma sono state scritte anche molte inesattezze, a nostro parere, e abbiamo la piena convinzione di poter dare tutti i chiarimenti nelle sedi opportune, fiduciosi del nostro operato e di quello della magistratura. A oggi Serinper continua a lavorare e a portare avanti i progetti con i ragazzi con la stessa passione e professionalità di sempre. E lo continueremo a fare, tutelando i posti di lavoro: tutti i dipendenti sono stati confermati. Ringrazio i collaboratori e i lavoratori che mi affiancano quotidianamente – conclude Pucciarelli – e che confermano di essere dei grandissimi professionisti. Non abbiamo lasciato nessuno da solo e proseguiamo nelle attività con grandissimo orgoglio, rifuggendo ogni forma di strumentalizzazione della vicenda”.