LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Tragedia a Roma, schianto fatale sulla Tiburtina per un 38enne massese

Emanuele Lenzoni era fratello di Nicola, ex giocatore della Massese. Lascia la moglie e due gemellini di neanche 5 anni. Aperta un'indagine per omicidio stradale

MASSA – Stava viaggiando sulla Tiburtina, a Roma, quando un tragico incidente gli ha spezzato la vita. E’ accaduto nella mattina del 18 gennaio, quando Emanuele Lenzoni, 38enne di Massa e fratello di Nicola, ex giocatore della Massese, era salito a bordo del suo scooter per dirigersi al lavoro. A Roma viveva insieme alla moglie Irene e ai suoi due gemellini di neanche 5 anni, Santiago e MariaLu. Era dirigente della Upim, e quella strada la percorreva tutti i giorni.

Dopo il tragico fatto è stata aperta un’indagine per omicidio stradale. La salma infatti è stata momentaneamente posta sotto sequestro ma domani tornerà a Massa, dove alle 15, alla Chiesa dei Servi di Maria, si celebreranno i funerali.

Oltre alla moglie e ai figli, Emanuele lascia i genitori Giorgio e Licia e il fratello Nicola. E un’intera comunità di amici sconvolti per la sua scomparsa.