LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Ritrovato dentro un canale di Sarzana lo scooter di Elisa Bongiorni

Il corpo senza vita della 50enne di Castelnuovo Magra sabato mattina era stato restituito dal mare a Marina di Carrara. Oggi è stato recuperato il mezzo, proseguono le indagini in attesa dell'esito dell'autopsia

SARZANA – È stato ritrovato nel primo pomeriggio di oggi a Sarzana (La Spezia) lo scooter di Elisa Bongiorni, la 50enne di Castelnuovo Magra il cui corpo senza vita era stato restituito dal mare sabato mattina a Marina di Carrara (QUI). Il ciclomotore è stato recuperato all’interno di un piccolo canale fra via Navonella e via Chiassina, con la parte anteriore semidistrutta e quella posteriore intatta. Evidenti i segni della permanenza in acqua dove è rimasto presumibilmente dal pomeriggio di venerdì quando, nel pieno del temporale, si erano perse le tracce della donna che stava rientrando a Colombiera dopo essere stata a casa della sorella.

Sulle ore intercorse fra il saluto fra le due donne e il ritrovamento del cadavere sulla spiaggia di Marina sono concentrate le indagini degli uomini della Polizia di Massa-Carrara, coadiuvati dai colleghi di Sarzana, che stanno seguendo tutte le piste in attesa anche dell’esito dell’esame autoptico, atteso per le prossime ore, del medico legale che stabilirà anche cause e orario del decesso. Al momento infatti non viene scartata nessuna ipotesi, compresa un’accidentale uscita di strada – complice le avverse condizioni meteo – che avrebbe fatto finire il mezzo e la vittima in uno dei tanti canali minori nei terreni fra l’Aurelia e il Magra.

Interrogativi che in queste ore si pongono anche parenti e conoscenti di Bongiorni, una vita tranquilla la sua sulle colline di Castelnuovo e un impiego come postina a Sarzana, svanita nel nulla per ore e poi ricomparsa tragicamente sulla spiaggia. “A nome di tutta la comunità castelnovese – afferma in proposito il sindaco Montebello – rivolgo le più sentite condoglianze alla famiglia di Elisa, auspicando che le indagini possano quanto prima fare piena luce sulla vicenda”.