LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Identificato il cadavere della donna ritrovato sulla spiaggia di Marina di Carrara

Si tratta di una sarzanese di 50 anni, in vita fino al pomeriggio di venerdì. Si attende l'esito dell'autopsia. Polizia al lavoro per ricostruire le ore precedenti al decesso

MASSA-CARRARA – È stata identificato il cadavere ritrovato ieri mattina, sabato, sulla spiaggia di Marina di Carrara (qui l’articolo), trasportato lì dal mare in burrasca. Si tratta di una donna di 50 anni, originaria del comune di Sarzana (La Spezia). La 50enne, il pomeriggio precedente al ritrovamento, aveva fatto visita alla sorella, che successivamente non aveva avuto più sue notizie. Non si trattava dunque di una persona scomparsa da giorni come si era ipotizzato al momento del ritrovamento.

La polizia apuana insieme ai colleghi liguri sta continuando le indagini per ricostruire quanto accaduto alla donna. Intanto sono ore di attesa per conoscere le cause della morte. Il referto dell’autopsia dovrebbe arrivare domani, lunedì, e servirà a levare ogni dubbio per escludere la morte violenta. La polizia sin dall’inizio aveva escluso l’omicidio in quanto sul corpo non comparivano segni di violenza o di colluttazione.

Il corpo senza vita era stato ritrovato all’altezza del Bagno Excelsior. La segnalazione era arrivata da un passante intorno alle 8 e sul posto si sono recati gli agenti del Commissariato di Carrara e il 118 per il recupero della salma.

AGGIORNAMENTO
La donna si chiamava Elisa Bongiorni, abitava nei pressi di Castelnuovo Magra, e lavorava come impiegata all’ufficio postale di Sarzana.