LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«Signora, dobbiamo effettuare controlli in casa». Falsi addetti di Gaia derubano anziana

Ancora un episodio di finti tecnici dell'acqua. È successo a Bonascola (Carrara). Il gestore idrico: «I nostri dipendenti si recano nelle abitazioni degli utenti previo appuntamento telefonico e sono individuabili dal tesserino di riconoscimento»

Più informazioni su

CARRARA – Nella giornata di ieri, lunedì 18 gennaio, si è verificato un nuovo episodio di truffa a Bonascola (zona via Casalina, Carrara) a opera di falsi addetti di Gaia. Neanche l’emergenza pandemica in corso ha dissuaso i delinquenti in questione dal perpetrare questo tipo di truffa, che solitamente ha come vittime le persone più anziane e indifese. Il copione è quello già visto in altre occasioni: dei malintenzionati si sono finti operatori di Gaia e grazie alla scusa di dover effettuare dei controlli sono riusciti a farsi aprire la porta dalla proprietaria di casa e ad accedere all’abitazione. Una volta entrati, hanno derubato la signora di alcuni gioielli e di altri beni preziosi, per poi darsi repentinamente alla fuga con la refurtiva.

Il gestore Gaia Spa attraverso i propri social ha diramato la notizia, invitando gli utenti a diffidare dai malintenzionati e a non lasciare entrare nessuno sconosciuto, se non previe opportune verifiche, che è possibile effettuare anche chiamando il numero verde di consulenza 800-223377, gratuito da fissi e mobili.

Gaia Spa ricorda che i propri addetti «si recano presso le abitazioni degli utenti previo appuntamento telefonico e che essi sono individuabili dal tesserino di riconoscimento, oltre che spesso dalla divisa da lavoro e dagli automezzi con logo. Si invita pertanto alla massima prudenza e a segnalare subito la presenza di presunti truffatori nella propria zona di residenza con una telefonata alle Autorità competenti e, per conoscenza anche al numero verde di Gaia 800-223377».

Più informazioni su