LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Fugge in scooter, inseguimento a Bonascola: arrestato spacciatore e sequestrati 40 grammi di cocaina

La polizia del Commissariato di Carrara ha anche denunciato un collaboratore del pusher per traffico di droga

Più informazioni su

CARRARA – La Polizia di Stato del Commissariato di Carrara negli ultimi giorni ha effettuato diversi servizi in borghese, mirati al contrasto al traffico di sostanze stupefacenti nei quartieri dove maggiormente tale fenomeno criminale è diffuso, e in particolare nei quartieri di Avenza e Bonascola. Nei pressi del cosiddetto “treno” di Bonascola, personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato, notando un motorino sospetto, intimava l’alt per interrompere la sua corsa e sottoporlo ad un ordinario controllo, tuttavia per tutta risposta il sospettato faceva una pericolosa manovra per darsi alla fuga, gettando quelle che poi saranno successivamente rinvenute e riconosciute per due dosi di cocaina.

Dopo un breve inseguimento il motorino è stato bloccato da due veicoli della polizia e sottoposto a perquisizione personale. All’esito del controllo sul posto emergeva che il pusher era partito da una abitazione situata proprio nella frazione Bonascola, dall’appartamento di un soggetto pluripregiudicato per traffico di droga.

Immediatamente gli investigatori della Polizia di Stato hanno raggiunto l’immobile e proceduto a espletare una minuziosa perquisizione domiciliare. All’interno dell’appartamento scoprivano un importante quantitativo di narcotici e il kit per il successivo spaccio al minuto.

In particolare sono state sequestrate 5 dosi di cocaina già pronte alla vendita, avvolte in cellophane bianco termosaldato, e una massa di materiale pulviscolare bianco in un cellophane trasparente, oltre a diversi bilancini di precisione e un coltello per la suddivisione delle dosi. La sostanza sequestrata, dopo l’analisi narcotest effettuata dalla Polizia Scientifica, risultava essere cocaina, per un peso complessivo di circa 40 grammi.

Il pusher veniva pertanto arrestato in flagranza per la detenzione a fini di spaccio della cocaina vincolata a sequestro, mentre invece il proprietario di casa deferito all’Autorità Giudiziaria.

Più informazioni su