LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Baby spacciatori nel centro di Massa, prenotazioni su Whatsapp: due minorenni nei guai

Sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza. Perquisizioni in un condominio del centro città. Deferito anche un complice

Più informazioni su

MASSA – In un condominio nel centro di Massa, i movimenti frequenti di alcuni ragazzini durante le ore serali e nonostante le limitazioni dei movimenti imposti dalle norme di contenimento del covid hanno attirato l’attenzione delle Fiamme Gialle di Massa-Carrara che hanno intrapreso un’azione di appostamento e osservazione.

È bastato poco per realizzare che si trattava di un’attività di spaccio e quindi, qualche giorno fa, i finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria sono entrati in azione fermando un ragazzo di 16 anni che aveva appena acquistato una dose di 15 grammi di hashish e stava allontanandosi da via Pacinotti.

Contemporaneamente, un’altra pattuglia ha seguito lo spacciatore che rientrava velocemente nel condominio dal quale era appena uscito individuando l’abitazione nella quale si era rifugiato. Un altro ragazzo, che era sul pianerottolo di fronte alla porta d’ingresso dell’abitazione, ha tentato di avvisare gli occupanti dell’appartamento della presenza dei Finanzieri, ma lo spacciatore, e un altro minorenne che si trovava in casa, sono stati sorpresi dalla velocità del blitz.

Da un’attenta perquisizione dell’appartamento sono stati rinvenuti altri 20 grammi di hashish oltre a 400 euro in contanti, un bilancino di precisione, un coltello e oltre 200 grammi di sostanza da taglio. Il metodo utilizzato dai giovani spacciatori prevedeva che il cliente effettuasse una “prenotazione” della sostanza stupefacente tramite un messaggio sulle chat di “telegram” o di “whatsapp” cui seguiva la consegna di quanto richiesto nei pressi del condominio.

Al termine dell’operazione, due minorenni sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Genova per spaccio di sostanze stupefacenti, mentre il complice maggiorenne, che ha tentato maldestramente di favorire la loro fuga, è stato deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Massa per favoreggiamento. L’operazione antidroga conferma l’attenzione delle Fiamme Gialle della Provincia di Massa-Carrara a contrasto dei fenomeni illeciti che suscitano un forte allarme sociale e richiedono una pronta risposta dalle Istituzioni.

Più informazioni su