LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Maxi blitz antidroga: sequestrati 110 chili di hashish e 350mila euro. Anche un carrarese in manette foto

È accaduto ieri a Torre del Lago. Smantellata una piazza di spaccio importante e arrestate sei persone. I complimenti alla polizia del senatore Mallegni. Sequestrato anche un ristorante di Lerici

TORRE DEL LAGO – Maxi operazione della polizia contro un’organizzazione dedita allo spaccio di cocaina e hashish nella pineta di Levante di Torre del Lago (Lucca). Sono sei le persone destinatarie di misura di custodia cautelare (tra queste anche un 29 di Carrara, Massa-Carrara) e 21 le perquisizioni da eseguire nei confronti di altrettanti indagati. Marocchini e italiani gli indagati per associazione a delinquere. Nella capillare perlustrazione della pineta impegnati circa 100 agenti, della questura di Lucca, dei reparti mobile e prevenzione crimine di Firenze, oltre a unità cinofile.

La banda, guidata da un 36enne marocchino, avrebbe eletto la pineta a base operativa adibendola a piazza di spaccio, presidiata notte e giorno, anche con l’uso di armi, con sentinelle, addetti allo spaccio, all’approvvigionamento di viveri, e alla costruzione di manufatti per dormire, cucinare e per nascondere lo stupefacente. Nel corso dell’operazione è stato trovato un ingente quantitativo di panetti di hashish e 350mila euro in banconote di piccola taglio, sotto le traversine dei binari della linea ferroviaria vicina alla pineta.

Le indagini sono state condotte dalla squadra mobile di Lucca e dal commissariato di Viareggio sotto il coordinamento della Dda di Firenze: l’organizzazione, composta da italiani e marocchini, sarebbe stata attiva da circa due anni. Disposto anche il sequestro di un ristorante di Lerici (La Spezia) riconducibile all’associazione, utilizzato per il reimpiego di denaro provento di spaccio.

I COMPLIMENTI DEL SENATORE MALLEGNI (FI)
«
Sono molto contento della maxi operazione nella pineta tra Torre Del Lago e Pisa e per questo ringrazio i prefetti di Lucca e di Pisa e ovviamente le forze dell’ordine» commenta così il senatore di Forza Italia Massimo Mallegni il blitz dei cento poliziotti. «Dalla mia segnalazione a oggi – continua il senatore – le attività di verifica in quella zona si sono intensificate e questo è una dimostrazione importante di quanto il ruolo delle forze di polizia e dell’attività di indagine dell’autorità giudiziaria sia fondamentale. Quel posto era un buco nero ma con l’azione di oggi,  grazie anche all’attività di intelligence, è stato portato a segno un punto importante». Le indagini, avviate circa due anni fa  e seguite dalla squadra mobile della Questura di Lucca e del Commissariato di Viareggio con il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia di Firenze, avevano infatti documentato un’attività continua di spaccio nella pineta. «Ringrazio quindi tutti gli attori di questa importante operazione per aver reso, ancora una volta, un  grande servizio ai cittadini delle due province, in particolare quelli della zone di Torre Del Lago» conclude il senatore Massimo Mallegni.