Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Infrange le norme anti-Covid per spacciare: arrestato pregiudicato 39enne a Massa

E' accaduto in zona industriale nel corso di un normale controllo da parte dei Carabinieri. La perquisizione ha portato al ritrovamento di 15 grammi di cocaina già suddivisa in una 30ina di dosi, celate in un vano ricavato all’interno dell’auto

MASSA – Arrestato lo scorso giovedì sera un pregiudicato 39enne di origine marocchina che, infrangendo le norme restrittive anti Covid, si trovava in zona industriale per cedere della sostanza stupefacente ai suoi clienti abituali. L’arresto è stato portato a termine dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Massa, i quali, nel corso di un servizio pianificato per il contrasto dello spaccio degli stupefacenti in ambito cittadino, si sono appostati nella zona industriale di Massa che, già in precedenza, era stata teatro di arresti e sequestri di sostanze stupefacenti. Anche in questa circostanza, i militari prima hanno perlustrato il territorio poi si sono nascosti in una zona defilata, restando in paziente attesa e osservando tutti i movimenti delle varie autovetture che da lì transitavano. La loro attività è stata ripagata, visto che poco dopo è arrivata un’autovettura a velocità ridotta che si è fermata accanto ad un’altra già in sosta. Tale movimento ha insospettito i militari e, convinti che le due auto stessero per perfezionare lo scambio di stupefacenti, si sono avvicinati per perquisire l’auto parcheggiata con a bordo il 39enne, dato che l’altra si era già allontanata.

Fin da subito, nonostante gli operanti avessero detto che si trattasse di un normale controllo anti-Covid, il fermato si è mostrato nervoso e insofferente all’accertamento in atto, motivo per il quale i militari hanno dato vita ad un’attenta e precisa perquisizione che ha portato al ritrovamento di ben 15 grammi di cocaina già suddivisa in una 30ina di dosi, abilmente celate in  un vano ricavato all’interno dell’auto. Gli elementi acquisiti durante l’operazione di polizia hanno permesso di ricostruire il modus operandi del fermato il quale, attraverso un vero e proprio sistema di prenotazione telefonica basato su diverse utenze telefoniche, permetteva ai propri numerosi clienti di rifornirsi quotidianamente e con una relativa tranquillità.

Il 39enne, svolti i necessari accertamenti, oltre che essere stato sanzionato per aver infranto le norme anti-covid, è stato arrestato per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanza stupefacente e poi tradotto presso la propria abitazione in attesa dell’udienza di convalida, avvenuta nella mattinata odierna presso il Tribunale di Massa; il Giudice, dopo aver convalidato l’arresto, disponeva nei suoi confronti, a seguito dell’accoglimento della richiesta avanzata dalla locale Procura della Repubblica, la sottoposizione agli arresti domiciliari.