LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Virus, il Comitato Apuano scende in piazza: «Tanti dubbi e poca chiarezza da parte dei sindaci»

«Vogliamo sapere la differenza tra essere positivi dopo aver effettuato un tampone e avere un virus mortale» rivendicano tra le tante cose

MASSA – Sono ancora tanti i dubbi che attanagliano i cittadini e che ieri, sabato 7 novembre 2020, hanno spinto il Comitato Apuano a riunirsi in piazza Bertagnini a Massa. Il motivo principale per cui l’ “assemblea apuana” si è riunita è quello di contestare le misure messe in atto fino ad oggi per contrastare il covid-19. Tra questi spicca la gestione del dialogo dei sindaci di Massa e Carrara verso i loro concittadini che, secondo i manifestanti, dovrebbe essere più capillare e chiara riguardo all’andamento dell’emergenza sanitaria: «vogliamo sapere la differenza tra essere positivi dopo aver effettuato un tampone e avere un virus mortale» rivendicano tra le tante cose.

C’è ancora tanta confusione anche riguardo il tracciamento del contagio. In piazza Bertagnini i manifestanti erano molto scettici riguardo le limitazioni introdotte, i ritardi nell’allestire nuovi reparti covid, la didattica a distanza e tutto ciò che ci ha portato fino a questo punto, quello del cosiddetto “lockdown light”. Vengono richiesti alcuni cambiamenti nella comunicazione dei dati, con l’indicazione del quadro clinico dei malati, o eventualmente, delle persone decedute e si chiede anche di fornire informazioni, con tanto di numeri, sui posti letto disponibili in ospedale, su quelli occupati e su quelli attivabili. Insomma, gli apuani vorrebbero essere sempre aggiornati su quello che sta accadendo esattamente in provincia e per poter rendere possibile tutto questo chiedono la formazione di una nuova consulta su base volontaria formata da figure competenti del settore e rappresentanti delle diverse categorie sociali e professionali, al fine di poter collaborare per migliorare la situazione.