LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Sorelline morte in campeggio, due indagati per omicidio colposo e lesioni. Primo sopralluogo dell’agronomo

L'esperto ha analizzato le radici e la chioma della pianta e tra alcune settimane fornirà il proprio responso agli investigatori. Mercoledì a Lucca è in programma l'autopsia sulle due sorelle disposta dalla Procura

MARINA DI MASSA – Sono due gli indagati sul caso della tragedia avvenuta in un campeggio della Partaccia, il luogo in cui domenica mattina è avvenuta la morte delle piccole Malak e Jannat Lassiri (14 e 3 anni) travolte da un pioppo caduto sulla tenda dove dormivano.

Omicidio colposo e lesioni. Sono queste le accuse racchiuse negli avvisi di garanzia che sarebbero stati notificati ai due soci del camping. Stamani, martedì, c’è stato il primo sopralluogo dell’agronomo incaricato dalla Procura di Massa-Carrara per verificare le cause del cedimento dell’albero. Gli inquirenti devono verificare se il crollo della pianta sia stato causato solo dal forte vento o se il pioppo fosse già malato.

L’agronomo ha analizzato le radici e la chioma della pianta e tra alcune settimane fornirà il proprio responso agli investigatori. Nei prossimi giorni, invece, sarà un consulente di parte a effettuare lo stesso tipo di analisi. Intanto domani, mercoledì, a Lucca è in programma l’autopsia sulle due sorelle disposta dalla Procura.