LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Escursionista colto da un malore sul Monte Contrario, interviene il Pegaso

Due fiorentini sono stati sopresi dallo sfinimento mentro salivano la ferrata dell'altura.

Due escursionisti di Firenze, dopo aver effettuato la salita della ferrata del Monte Contrario, in fase di discesa su Resceto sono stati colti dallo sfinimento e dalla sete. La zona è totalmente al sole ed è priva di punti di approvvigionamento di acqua. In particolare uno di loro ha accusato un malore e non era più in grado di proseguire. L’elisoccorso Pegaso 1 li ha raggiunti, recuperati e trasportati all’eliporto del Cinquale. L’intervento è stato coordinato dalla stazione di Massa del Soccorso alpino.

“Si raccomanda di astenersi dall’affrontare salite del genere in giornate torride come queste – scrive il Soccorso Alpino – specialmente sui versanti esposti al sole e privi di fonti di approvvigionamento di acqua. I percoli dovuti al caldo, quali i colpi di calore e gli sfinimenti sono dietro l’angolo e possono risultare fatali specialmente in ambiente impervio, dove il fisico è sollecitato oltremodo e dove è richiesta la massima attenzione. Informarsi sempre sulla presenza delle fonti d’acqua e sul loro stato, partire approfittando delle primissime ore del mattino”.