LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Droga, ingente sequestro di cocaina e spacciatore in manette

Si tratta di un 28enne marocchino. Operazione dei carabinieri delle stazioni di Monzone, Fivizzano e Casola in Lunigiana

Più informazioni su

Nella notte tra il 27 ed il 28 dicembre 2019 i carabinieri delle stazioni di Monzone, Fivizzano e Casola in Lunigiana (Massa-Carrara), a conclusione di mirati servizi effettuati per la prevenzione e la repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato in flagranza di reato uno straniero 28enne di origini marocchine e regolare sul territorio nazionale, poiché trovato in possesso di 80 grammi di cocaina suddivisa dosi.

I militari dell’Arma, anche grazie alla collaborazione di alcuni cittadini, hanno tenuto sotto controllo alcune aree dei comuni di Monzone, Fivizzano e Casola frequentate da pregiudicati e sono riusciti a localizzare il luogo dove lo straniero aveva occultato le dosi di stupefacente.

I militari dell’Arma, individuato il nascondiglio ricavato all’interno di un muro situato in aperta campagna del comune di Monzone, hanno svolto un incessante e meticoloso servizio di osservazione dell’area al fine di sorprendere il soggetto nell’atto di celare o recuparere lo stupefacente.

Quando il marocchino si è avvicinato al nascondiglio per prelevare la sostanza, probabilmente destinato ad acquirenti della Lunigiana, i militari, capeggiati dal comandante della stazione di Monzone, hanno subito bloccato l’uomo ed hanno proceduto alla sua perquisizione, trovandolo in possesso della cocaina e della somma di 375 euro (in banconote di vario taglio) provento dell’attività di spaccio, tutto posto sotto sequestro.

L’ uomo, quindi, è stato dichiarato in arresto e, su disposizione dell’autorità giudiziaria (pm Alessandra Conforti) è stato trattenuto presso le camere di sicurezza dell’arma in attesa dell’udienza di convalida, tenutasi nella stessa giornata del 28 dicembre al tribunale di Massa.

Durante l’udienza, l’autorità giudiziaria, valutati gli elementi di prova a carico dell’imputato, ha convalidato l’arresto applicando a carico dello staniero la misura cautelare degli arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza situata in fivizzano.

Le indagini condotte dai militari delle tre stazioni conseguenti all’arresto del marocchino proseguiranno per ricostruire l’eventuale “fitta rete di spaccio” gestita dall’arrestato.

Il sequestro effettuato dai militari dell’arma di ben 80 grammi di cocaina è sicuramente il più ingente realizzato negli ultimi anni e testimonia la dedizione e il lavoro svolto dai carabinieri nei comuni della Lunigiana, determinati a contrastare, fra altri reati, il fenomeno dello spaccio di stupefacenti.

Più informazioni su