LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Perseguita, minaccia e picchia la ex: arrestato stalker a Carrara

È successo nei giorni scorsi: la vittima è una 31enne. L'ex fidanzato, dopo la fine della storia, aveva iniziato a esercitare un’assillante forma di controllo sulla compagna, fino ad arrivare a violenza fisica

Un ex-fidanzato che non si è rassegnato per una storia d’amore finita male. La vittima di questo caso di stalking è una 31enne di Carrara, tormentata da un coetaneo suo ex-fidanzato con telefonate, appostamenti e pedinamenti, perciò costretta a cambiare le sue abitudini. La donna inizialmente si era rivolta ad un centro antiviolenza, che in via d’urgenza si era occupato di trasferirla in un luogo sicuro per proteggerla dalle violenze dell’ex partner.

Il rapporto fra i due fidanzati si era incrinato già durante il periodo in cui avevano vissuto assieme, a causa dell’indole violenta dell’uomo e della sua morbosa gelosia, che lo aveva portato a esercitare un’assillante forma di controllo sulla compagna, costretta a mostrare puntualmente il telefonino e addirittura obbligata a bloccare qualsiasi contatto con persone di sesso maschile memorizzato nella rubrica.

Interrotto il rapporto, il 31enne non aveva dato tregua alla sua ex-fidanzata, tempestandola di messaggi offensivi e minacciosi non solo per telefono ma anche sui “social”, utilizzando dei falsi profili per aggirare i blocchi che la ragazza aveva impostato per impedirgli di rintracciarla. Non erano mancati nemmeno ripetuti danneggiamenti all’autovettura della donna, nonché tentativi di ingresso nella sua abitazione fino ad arrivare a vere e proprie aggressioni per la strada, compresi i successivi interventi delle Forze dell’Ordine, che però non erano serviti a far capire all’uomo la gravità del suo comportamento.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso e che ha convinto la vittima a denunciare tutto è stata un’ennesima incursione sul luogo di lavoro, quando l’ex-fidanzato dopo averle strappato il cellulare di mano l’ha afferrata per i capelli e poi fatta cadere violentemente per terra. Lo stalker è arrivato al punto di prendersela anche con un amico dell’ex fidanzata, che a sua volta, nei giorni seguenti, è stato tartassato di minacce e scenate di gelosia.

L’indagine è stata portata a termine dai Carabinieri della Stazione “Principale” di Carrara, al comando del maresciallo Lorenzo Anzalone, che intuita la gravità della vicenda, ha prima rassicurato la vittima e poi l’ha convinta a raccontare tutti i soprusi che aveva subito negli ultimi mesi.

Alla fine, il pubblico ministero Marco Mansi, informato di tutti gli sviluppi della delicata vicenda, ha proposto al Gip Marta Baldasseroni del Tribunale di Massa una misura cautelare urgente per contenere la pericolosità dello stalker, che è stato quindi arrestato e messo ai domiciliari con l’accusa di maltrattamenti in famiglia continuati, atti persecutori e danneggiamento.