Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

È morto Pierluigi Belli, sindaco di Licciana Nardi

Era stato eletto nelle file del centrodestra l'11 giugno 2017 dove aveva vinto con la lista civica "Cambiamo Licciana"

È morto oggi Pierluigi Belli, sindaco di Licciana Nardi. Il primo cittadino aveva 63 anni ed era malato da tempo. Una battaglia contro un male che non è riuscito a sconfiggere e che l’ha strappato all’affetto dei suoi cari.

Belli era stato eletto nelle file del centrodestra l’11 giugno 2017 dove aveva vinto con la lista civica “Cambiamo Licciana” che aveva raccolto il 47,97% dei voti. Era stata una vittoria in qualche modo storica quella di Belli che arrivava dopo trent’anni in cui nella città lunigianese aveva governato il centrosinistra. Sul fronte lavorativo, Belli è stato dipendente della Cassa di Risparmio di Carrara e dal 2008 aveva iniziato l’attività libero professionale di consulente finanziario.

La notizia della morte di Belli, nel momento in cui scriviamo, ha iniziato a circolare in Lunigiana e già diversi cittadini e amici si sono recati sul profilo Facebook del sindaco per testimoniare la loro vicinanza alla famiglia e inviare il proprio messaggio di cordoglio. Belli lascia la figlia Fausta. Alla famiglia vanno le condoglianze della redazione della Voce Apuana.

Tra i primi messaggi di cordoglio quello del senatore di Forza Italia Massimo Mallegni: “Alcuni giorni fa mi aveva detto di non preoccuparmi e mi aveva promesso che ci saremo rivisti perché, ripeteva, c’era tanto lavoro da fare ancora in Lunigiana. E’ l’unica promessa che non ha mantenuto da quando lo conosco. Pierluigi è stato un uomo buono ed una persona seria, disponibile e sempre pronta a mettersi in gioco. – racconta Mallegni che aveva incontrato Belli anche recentemente durante un incontro – Ha indossato la fascia da sindaco fino all’ultimo. Pierluigi amava la sua terra ed amava la Lunigiana. Sono vicino alla figlia e alla famiglia con grande affetto e stima. Sono certo, per quanto lo conosco, che continuerà a fare gli interessi della la sua gente da lassù”.