Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Ancora rifiuti nel Lavello: li rimuovono Consorzio bonifica e Asmiu

Nella spanna, posizionata per raccogliere le minuzie d’erba più piccole della manutenzione, sono state raccolte decine di chilogrammi stoccate in discarica

Più informazioni su

Ancora rifiuti nel Lavello, il fosso al confine tra i comuni di Massa e Carrara: sono dovuti intervenire Consorzio di bonifica 1 Toscana Nord e Asmiu per la rimozione di decine di chilogrammi. “L’Ente consortile – hanno fatto sapere – ha appena concluso la manutenzione – per la seconda volta nell’anno – sul corso d’acqua. Durante i lavori, i tecnici e gli operai consortili hanno posizionato una spanna prima della foce che viene sempre rimossa al termine della manutenzione: un accorgimento in più, per scongiurare che alcun residuo dello sfalcio finisca sulla spiaggia, e quindi in mare. All’altezza della spanna, nei giorni scorsi si è però accumulato, soprattutto, un significativo quantitativo di materiale di scarto, in particolare plastico: frutto diretto degli incivili (una stretta minoranza, ma non per questo meno dannosi) che conferiscono i rifiuti in maniera non corretta. Il Consorzio, in stretta collaborazione con l’azienda Asmiu, ha provveduto a rimuovere i rifiuti, ed a stoccarli in discarica”.

“L’attenzione alla sicurezza idraulica e all’ambiente del Fosso Lavello, come di tutti i corsi d’acqua che defluiscono in mare, è da parte nostra massima – sottolinea il presidente del Consorzio, Ismaele Ridolfi – Infatti, abbiamo ripetuto la manutenzione in due momenti distinti dell’anno: subito prima e subito dopo l’avvio della stagione balneare. Nonostante che l’erba venga rimossa puntualmente dall’alveo al momento dello sfalcio, vogliamo infatti evitare che qualsiasi residuo possa in qualche maniera danneggiare il periodo vacanziero. Inoltre, durante i lavori, posizioniamo ogni volta una spanna prima della foce: proprio per intercettare anche le minuzie d’erba più piccole, e scongiurare così che finiscano sulla spiaggia e in mare. Lungo spanna, in queste settimane del secondo sfalcio annuale, abbiamo però raccolto decine di chilogrammi di rifiuti: che naturalmente lì non dovrebbero esserci, e che finiscono nel corso d’acqua perché pochi ma dannosi incivili non conferiscono il materiale di scarto in modo adeguato. Tutto questo materiale è stato da noi raccolto, e grazie ad Asmiu portato in discarica: in questo modo, non finisce in mare. Se gli Enti preposti ce lo chiederanno, il Consorzio si dichiara disponibile a valutare insieme l’opportunità e la fattibilità di mantenere la barriera durante tutto l’anno, e quindi non solo durante i periodi della manutenzione: al fine proprio di far sì che sempre meno rifiuti finiscano in spiaggia e in mare. In tal caso, comunque, il costo dell’operazione e lo smaltimento dei rifiuti non potrà che essere a carico dei Comuni: così come prevede con chiarezza l’apposita deliberazione regionale”.

(foto: repertorio)

Più informazioni su